Vasco: “Solidale, ma non posso fare nulla”

La rockstar risponde dopo la lettera dei dipendenti che rischiano il posto

vasco rossiAvevano scelto di scrivergli come ultima spiaggia. L’ancora di salvezza forse poteva essere lui, il Blasco, che ha venduto milioni di dischi che proprio qui, a Caronno Pertusella, alla Ims, si producevano.
Un grido di aiuto per muovere le acque, prché qualcuno si muova per proteggere il posto. Ma anche Vasco nulla può di fronte alle spietate regole del mercato. Scrive infatti nella sua risposta, fatta avere ai lavoratori a stretto giro di posta: «Sono vicino agli operai della fabbrica di Caronno Ims – scrive Vasco Rossi – ma io non ci posso fare niente». Quindi, dall’artista di Zocca «Piena solidarietà ai 130 lavoratori della IMS ma i dischi non si vendono più. Perdere il lavoro è una cosa terribile, ma le leggi del mercato sono queste: non sono più nemmeno umane, sono solo logiche»
GLI ARTICOLI SULLA IMS

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.