Verbano a secco: “Il livello più basso dopo il 2008″

Resta confermato il limite alla navigazione e il lago perde circa un centimetro al giorno. Per il fine settimana sono attese le prime piogge

magra verbano lago maggioreSoltanto pochi centimetri. È quanto potrebbe risalire il livello del Verbano dopo le piogge attese per questo fine settimana. Resta comunque attentamente monitorata la situazione di "magra" del lago Maggiore che oggi registra il valore più basso dal 2008. Rispetto alla giornata di ieri, spiegano dal Centro Geofisico Prealpino «il lago è calato di un altro centimetro e siamo a 70 centimetri al di sotto del valore medio del periodo» (il valore di riferimento in questo caso è quello di Ranco). Si confermano così anche le restrizioni previste per la navigazione sullo specchio d’aqua racchiuso tra Piemonte, Lombardia e Canton Ticino.

Galleria fotografica

Verbano in magra/1 4 di 10

La Navigazione dei laghi ricorda che a partire dallo scorso 27 settembre, "a causa del basso livello delle acque, il peso massimo complessivo a pieno carico degli automezzi ammessi a bordo delle motonavi traghetto viene ridotto a 380 quintali".

magra verbano«In queste ore a Laveno la situazione è leggermente cambiata: siamo a 1,5 centimetri sopra lo zero idrometrico – spiegano dalla protezione civile – abbiamo registrato un aumento della portata idrica proveniente con buona probabilità dal fiume Ticino.  In questo momento siamo dunque alla pari: entrano 142 metri cubi di acqua e ne escono altrettanti. Il livello è stazionario anche se si tratta di un andamento provvisorio, stimiamo che riprenderà a scendere già dalle prossime ore e che presto potrebbe scattare anche la seconda soglia di limitazione alla navigazione, quella che impone il limite di 250 quintali di carico ammesso sui traghetti». I volontari della protezione civile ricordano inoltre i rischi che si posson incontrare quando il lago è in queste condizioni: «C’è la "cauta navigazione" – spiegano – anche per le imbarcazioni da diporto. Nel golfo Borromeo e vicino alle coste ci sono delle rocce affioranti che possono causare danni e pericoli».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 ottobre 2011
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Verbano in magra/1 4 di 10

Galleria fotografica

Verbano in magra /3 4 di 25

Galleria fotografica

Verbano in magra/2 4 di 9

Galleria fotografica

Lago Maggiore, la magra a Luino 4 di 7

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.