“Viabilità, diamo la parola ai residenti”

A Cedrate c'è la via Dembowschi che si è trasformata in alternativa "veloce" alla strada per Oggiona, ad Arnate si corre un po' troppo in via Arno. Dall'Igna (PdL) fa una proposta alla giunta: "Discutiamo nei rioni come fare sicurezza stradale"

Non c’è solo via Carlo Noè: a preoccupare i gallaratesi che si muovono a piedi o in bici ci sono a volte anche le strade interne ai rioni, quelle magari meno conosciute a chi vive in altri rioni. «La richiesta principale espressa dai cittadini nei rioni – dice il consigliere comunale del PdL Germano Dall’Igna – è di diminuire la velocità di attraversamento dei veicoli, che in certi orari, a fronte di strade esistenti di piccolo calibro rendono la vita difficile ai pedoni, anziani, disabili, bambini»
A Cedrate si parla della via Dembowschi, che da stretta stradina quasi di campagna si è trasformata in una strada alternativa per Cavaria e Oggiona ed è percorsa ad alta velocità. Ad Arnate aumenta il traffico sulla via Arno che attraversa il centro storico. «Tra le proposte avanzata da alcuni cittadini – continua Dall’Igna – è attuare il senso unico in detta via. In verità io non sono di tale avviso poiché in tal caso la velocità potrebbe aumentare nel senso autorizzato. D’altro canto non si può toccare solo una via senza una verifica tecnica approfondita dell’intera circolazione rionale». Altre soluzioni prospettate dal consigliere comunale arnatese sono dunque la possibilità di fare una verifica «della classificazione delle varie vie del rione nel PGTU (votato pochi mesi fa dalla vecchia maggioranza, ndr) per ridurre la velocità a 30 km/ora» oppure «eliminare i nuovi-jersey provvisori esistenti da mesi per sostituirli con un aiuola definitiva». Dall’Igna precisa che non si aspetta certo interventi risolutivi da un momento all’altro («so bene che l’assessore ai lavori pubblici Luigi Colombo non ha la bacchetta magica») e chiede anche di coinvolgere i residenti dei rioni nei correttivi: «È evidente che le varie soluzioni debbano ricevere un benestare di massima dalla maggioranza dei residenti, ed anche se le circoscrizioni sono decadute convocare di volta in volta delle assemblee dedicate all’analisi della viabilità non è un problema poiché i locali sono ancora esistenti». Il consigliere del PdL – "scottato" dalle polemiche passate sulle sue ultime iniziative – precisa anche che le sue richieste non sono certo allarmi: «Come eletto poco mi importa chi governa se il centro sinistra e il centro destra io rispondo in primis ai cittadini che mi hanno dato fiducia ed eletto pur nella mancata vittoria. Nei confronti dell’attuale Assessore ai LLPP Colombo vi è reciproca stima e rispetto dei ruoli il suo nell’esecutivo di tipo Amministrativo ed il mio come consigliere di proposta e di controllo». 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.