Varese News

Canton Ticino

Una petizione per una Lombardia svizzera

Obiettivo dei promotori raccogliere 500.000 firme per sottoporre al Governo la richiesta di annessione alla Confederazione

petizione annessione svizzeraUna petizione on line per chiedere al Governo l’annessione della Lombardia alla Svizzera. È stata attivata ieri sul sito Petizionionline.it dopo le parole del ministro svizzero della Difesa, Ueli Maurer. Il politico elvetico soltanto pochi giorni fa aveva affermato che «Annettere la Lombardia», per gli svizzeri «non sarebbe un problema. La Lombardia rappresenta circa il 90% del totale di tutti gli scambi commerciali con il nostro paese».
Le parole del ministro hanno riaperto immediatamente un dibattito già alimentato più volte nei mesi scorsi, sia da esponenti politici del Canton Ticino, come il leader della Lega dei Ticinesi Giuliano Bignasca (che aveva dichiarato di sognare un Ticino "allargato") e anche da alcuni sindaci del Nord Italia.

Alle 10.30 di mercoledì 28 marzo le firme registrate nel sito erano circa 2.700, l’obiettivo è 500.000. Di seguito il testo della petizione:

"Cogliamo questa occasione! La Lombardia diventerebbe il 27esimo cantone svizzero (otterrebbe, cioè, una maggior indipendenza), pagherebbe meno tasse, entrerebbe a far parte di un Paese efficientissimo e all’avanguardia, neutrale, estraneo all’influenza negativa dell’Unione Europea e degli Stati Uniti; passeremmo al franco svizzero, con una diminuzione dei tassi d’inflazione, pagheremmo un minor pedaggio autostradale; e soprattutto continueremmo a parlare italiano, mantenendo dunque le nostre tradizioni. Lombardi, firmiamo questa petizione, raggiungiamo 500.000 firme e otteniamo dal Governo un referendum per la richiesta dell’indipendenza!".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 marzo 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.