A settembre una revisione generale dei 30 all’ora

L’annuncio da parte dell’assessore alla mobilità: “Raccoglieremo le indicazioni dei cittadini portando il limite a 50 solo dove si può fare una pista ciclabile”

Una modifica sulle zone 30 sarà inevitabile, ma sarà effettuata dopo aver ricevuto i consigli e le richieste dei residenti. A comunicarlo è il nuovo assessore alla mobilità, Roberto Barin, che ha spiegato come sia necessario «mettere però delle regole, perché non si possono cambiare i limiti in tutta la città».
E così saranno accolte le richieste di portare il limite a 50 all’ora solo in quelle zone dove si possa realizzare una pista ciclabile, oppure un percorso alternativo per le biciclette. «La nostra priorità è la sicurezza di pedoni e ciclisti – spiega Barin -. Sicuramente in centro non si cambierà nulla, ma in quelle zone periferiche è possibile rivedere alcune situazioni». Ecco quindi che è già stato realizzato un incontro pubblico nel quartiere di Cassina Ferrara mentre il 20 aprile è in programma nel Quartiere Matteotti: «Gireremo tutti i quartieri raccogliendo le indicazioni – continua l’assessore -, poi studieremo la situazione e a settembre potrebbe effettuare una rivisitazione generale delle zone 30. Tutte le città europee hanno una rete di percorsi ciclabili, o strade consigliate; cercheremo di crearla con il tempo e con i suggerimenti dei cittadini». 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.