«A sporcare il lago è un privato, e lo troveremo»

Lunedì scorso una maxi fuoriuscita di fogna nel Ceresio. Parla il sindaco: “Faremo le video ispezioni per risalire ai responsabili”

fogna fotoPannolini, assorbenti, profilattici, schiuma, e molto altro, facilmente immaginabile. Un panorama assortito di schifezze che lunedì scorso è entrato nel lago di Lugano all’altezza di Porto Ceresio. Ad assistere a questo fatto diversi residenti della via Bertolla, non molto distante dalla staziuone, proprio quella che ha interessato numerosi atti dell’opposizione che per prima denunciò il problema.
Sul posto si recò, sempre lunedì, anche il sindaco di Porto, Giorgio Ciancetti, che subito allertò l’ufficio tecnico e gli operatori ecologici.
«Ma – afferma il primo cittadino – dai controlli effettuati non si capisce da dove arrivino questi scarichi. Il problema riguarda l’immissione di fogna nelle acque chiare, che normalmente vengono fatte confluire nel lago».
Cosa succederà ora? «Abbiamo finora effettuato diversi test con coloranti, messi negli scarichi di privati, e che non sono risultati essere i responsabili di queste immissioni – spiega il sindaco. Il fatto è che la situazione risulta insostenibile, specialmente alla luce del fatto che Porto Ceresio è uno dei pochi comuni della zona ad avere lo sdoppiamento tra acque chiare e acque scure».
Allora da dove arriva questa fogna che entra nel lago? «Arriva certamente da privati che all’altezza di via Ortensie immettono in maniera consapevole o meno, la fogna. È possibile che qualcuno nasconda un pozzo a tenuta e che attivando una pompa, riesca a immettere queste schifezze nelle acque bianche».
Cosa farà il comune? «Stiamo dando la caccia alla perdita e gliela daremo con video ispezioni e, se necessario, con lavori di verifica fino ad arrivare a dove partono i tubi: non è ammissibile che accadano queste cose – conclude il sindaco. Su questa partita, tra l’altro, abbiamo in mano le auto certificazioni di tutti i residenti: quando troveremo il responsabile, egli dovrà rispondere anche di questo, di fronte alla legge».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.