“Acqua vigileremo sugli impegni assunti dal Comune”

Il comitato saronnese per “L’acqua bene comune” non è soddisfatto della mozione di indirizzo approvata nel consiglio comunale di 11 aprile

Il Comitato del saronnese per l’acqua bene comune ha assistito al Consiglio comunale di mercoledì 11 aprile dove si è discussa e votata una “mozione di indirizzo” proposta dalla maggioranza di Centrosinistra per la gestione del servizio idrico integrato nel saronnese.

 

Il Comitato non può dirsi soddisfatto in quanto la sua proposta di delibera, presentata durante il Consiglio comunale aperto e partecipato dalla cittadinanza del 12 marzo, a seguito della raccolta firme e del lavoro di informazione fatto sul territorio, aveva indirizzi chiari.

Doveva essere una delibera che avrebbe impegnato inequivocabilmente l’amministrazione di Saronno. Cosa che più difficilmente avviene attraverso “mozioni”. Doveva ricalcare la filosofia della Legge di iniziativa popolare già presentata in Parlamento e la volontà dei 27 milioni di cittadine/i che si sono espressi nel referendum di giugno, dando quindi priorità alla gestione pubblica del sistema idrico integrato, attraverso un ente di diritto pubblico (azienda speciale) e, parallelamente, occuparsi di ricondurre tale gestione in una logica territoriale, attraverso bacini ecologicamente individuati. Invece, la mozione votata è costruita principalmente sul tema dell’ambito territoriale e si impegna solamente a “valutare” la trasformazione della SpA Lurambiente in azienda speciale consortile.

Doveva promuovere la partecipazione con più determinazione, con percorsi e date certe, raccogliendo l’opportunità offerta dal Comitato che ha trovato la sua massima espressione nel Consiglio Comunale aperto del 12 marzo scorso. Se ne fa invece menzione in maniera superficiale, anche durante la discussione dell’11 aprile, quasi fosse un punto all’ordine del giorno costruitosi per volontà delle forze politiche, e non invece su forte stimolo da parte del Comitato.

In conclusione, questa mozione impegnerà sicuramente il Comitato assieme alla “cittadinanza attiva” a vigilare e chiedere conto, giorno dopo giorno, dei reali sviluppi rispetto agli impegni presi dall’amministrazione e parte del Consiglio comunale di Saronno, informando tempestivamente tutti i cittadini.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.