Aquila, le promesse infrante

Nella notte del 6 aprile 2009 alle 3.32 del mattino L'Aquila veniva distrutta da un terremoto che avrebbe provocato centinaia di morti. Oggi, dalle 10 alle ore 17, molte web tv, comprese la nostra, trasmettono un documentario che ricorda e fa il punto della situazione

Nella notte del 6 aprile 2009 alle 3.32 del mattino L’Aquila veniva distrutta da un terremoto che avrebbe provocato centinaia di morti. A tre anni dalla tragedia, la rete delle web tv italiane ricorda L’Aquila con una proiezione “a rete unificata”: venerdì 6 aprile 2012 dalle ore 10 alle ore 17 verrà  trasmesso online “Ritorno a L’Aquila”.
Il documentario sarà accessibile su Tiscali.it, sul network delle web tv italiane Altratv.tv e sulle centinaia di web tv aderenti all’iniziativa, anche la nostra.
Il titolo completo in italiano è "Ritorno a L’Aquila: le promesse infrante", mentre quello inglese è "Return to L’Aquila: Broken Promises". Il  film è stato prodotto da MOVE Productions e da Al Jazeera English, che ha anche trasmesso l’opera (canale 522 di Sky). Il film – che ha visto la direzione di Giotto Barbieri, la direzione della fotografia di Andrea Vaccari e il montaggio di Andrea Ciacci – è stato prodotto da Stefano Strocchi. L’opera ha le sue radici in "From Zero", il primo progetto di documentario crossmediale prodotto in Italia. Il regista ed il produttore di “Ritorno a L’Aquila” sono tornati a L’Aquila alcuni mesi fa trovando una città fantasma: le tendopoli sono sparite ma il centro è ancora transennato.
“Ritorno a L’Aquila” verrà proiettato anche durante il meeting nazionale delle web tv e dei media 
digitali locali Punto it: le Italie digitali fanno il punto, tre-giorni prevista a Bologna dal 18 al 20 aprile 2012.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.