Assegnata a Padana Emergenza la seconda ambulanza

Dal primo di luglio anche il secondo mezzo di soccorso tornerà a viaggiare regolarmente. Nulla cambierà nell'organizzazione del sistema dell'emergenza urgenza

L'ambulanza di Padana EmergenzaDal primo di maggio la seconda ambulanza di Luino sarà gestita dalla “Padana emergenza”. L’assegnazione è stata definita e dalla prossima settimana la situazione dei soccorsi ritornerà normale.

Finisce, quindi, l’emergenza creatasi dopo che la seconda ambulanza h24 di Croce Rossa non aveva trovato l’accordo per la richiesta troppo elevata da parte di Croce Rossa. Una perdita tamponata con soluzioni provvisorie in attesa che venisse definito il nuovo incarico.

Padana emergenza è un’associazione di Bergamo che ha una sede da Cassano Valcuvia: « Nella gestione dei mezzi di soccorso però – spiega il responsabile del 118 varesino Guido Garzena – non cambierà nulla. Il mezzo sarà parcheggiato regolarmente nei pressi dell’ospedale, a circa un chilometro di distanza. Anche il personale è quello già formato che era in forze alla CRI».
Ancora nessuna fumata bianca, intanto, per l’automedica “h24” anche se il dottor Garzena assicura che presto ci saranno buone notizie. 
In serata, è giunta la precisazione del commissario regionale della Croce Rossa Italiana Maurizio Gussoni. «In primo luogo specifico che il rapporto che intercorre tra 118 e Croce Rossa è regolato non da accordo, bensì da gara d’appalto, vinta dai concorrenti per ribasso. Il problema rimane sempre lo stesso: i costi dell’ente che deve sottostare a vincoli economici e contrattuali e fa molta fatica a spuntatre offerte più basse, benché la qualità rimanga sempre eccellente. Sulla partita del servizio in colonnina, poi, ho tutte le riserve del caso. In ultimo non risulta che il personale in questione sia stato formato in toto dalla Croce Rossa Italiana»

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.