Botte e insulti in un bar, finisce in carcere

Nei guai un 34enne gallaratese: ubriaco ha malmenato e rivolto insulti raccisti alla titolare del locale e a un cliente straniero. Poi ha aggredito anche i poliziotti

Prima offende e picchia la titolare del bar e un altro cliente, poi ferisce anche i poliziotti: il troppo alcol rischia di costare caro ad un giovane uomo di Gallarate, finito in carcere per lesioni e ingiurie.
Tutto è iniziato alle ore 23.45 circa di domenica, quando le Volanti del Commissariato di Gallarate sono intervenute in un bar del centro di Gallarate su richiesta della titolare e di alcuni clienti: la barista si era rifiutata di versare ancora un cocktail a B.S., trentaquattrenne italiano residente a Gallarate, già visibilmente ubriaco. E a questo punto l’uomo ha perso il controllo e ha iniziato ad offendere la titolare ed un cliente di colore, entrambi di origine extracomunitaria, con volgari epiteti razzista. Alla fine ha anche ha ripetutamente schiaffeggiato la donna ed ingaggiato una breve colluttazione con il cliente che ne aveva preso le difese.

Tempestivamente allertati, gli agenti sono rapidamente arrivati a calmare gli animi, conducendo poi il trentaquattrenne in Commissariato per le incombenze di legge. Anche nei loro confronti peraltro l’uomo si è manifestato aggressivo ed ostile, nonostante ogni tentativo di mantenerlo calmo. Ad un certo punto, durante la stesura dei verbali, colto da un accesso d’ira, B.S. ha iniziato a danneggiare alcune suppellettili dell’ufficio ed aggredito due agenti, ferendoli lievemente. Gli agenti hanno anche dovuto prudenzialmente condurlo presso il locale Pronto Soccorso dove il personale sanitario gli ha praticato una terapia sedativa.

Al termine di queste concitate fasi dell’attività di polizia, per B.S. sono scattate le manette per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato. L’uomo è stato portato in carcere a Busto Arsizio: è stato inoltre denunciato in stato di libertà per le ingiurie e le lievi lesioni provocate alla titolare del bar ed al cliente intervenuto in sua difesa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.