“Castellanza deve volare” denuncia i fallimenti dell’amministrazione

L’associazione critica la gestione economica della città guidata da Fabrizio Farisoglio e presenta i problemi che tutti i giorni i cittadini si trovano ad affrontare: strade sporche e dissestate e automobilisti indisciplinati

A Castellanza i problemi sono tanti e non solo legati ad Elcon. Le associazioni “Castellanza deve volare” e “ Castellanza per la trasparenza” hanno iniziato a metterli sul piatto in una pungente critica della giunta e di un suo membro in particolare: l’assessore all’economia Luca Galli. «La gestione economica del comune è un fallimento totale» attacca Tiziano Langè, analizzando poi gli eventi degli ultimi tempi. Si parte con la gestione del vecchio polo di Esselunga e del centro dei Camilliani per arrivare alla vendita della farmacia comunale 2 «che dicono essere in perdita costante ma che hanno messo in vendita con base d’asta di 2 milioni». Ne è seguito un bando che è andato deserto «anche per via delle liberalizzazioni» e che non ha portato i soldi per un altro progetto della giunta: la copertura fotovoltaica degli edifici pubblici cittadini. «Sono andati in svizzera da una società di consulenza -continua Langè- e hanno preparato un progetto che poi si sono accorti non essere realizzabile a Castellanza». Secondo l’ex assessore della prima giunta Farisoglio, quindi, quello dell’assessore Galli «è un risultato di triplo zero che mette a rischio anche l’intero bilancio della città».
Ma se la “macro-economia” viene criticata, anche sulle piccole cose il gruppo ha molto da ridire. «Abbiamo marciapiedi inagibili e parcheggi da rifare -spiega Tiziano Tosello- che sono causati dai pini marittimi, ma nessuno ci dice cosa si voglia fare». E oltre al dissesto stradale, i problemi sarebbero anche nel quotidiano con le strade sporche e un certo lassismo nel perseguire gli automobilisti «che parcheggiano nei posti più impensabili».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.