Cimberio-Scavolini, la classica che vale un posto al sole

Due eterne rivali si affrontano sabato pomeriggio (16,10) a Masnago: in palio la scalata alle zone medio-alte della Serie A. Varese al completo, ospiti senza Cusin

Da una parte l’organizzazione di una squadra che fin dal concepimento ha nel collettivo la sua forza, dall’altra una formazione che vanta alcuni tra i singoli giocatori più forti dell’intera Serie A, affiancati da alcuni "sherpa" di sicuro affidamento per i compiti oscuri.
La sfida sul parquet tra Varese e Pesaro (foto: Goss e Cusin nel match dell’anno scorso) non è mai banale, tantomeno in questo campionato incerto e con due telai così diversi: ecco perché nonostante un orario infame (16,10 per la diretta su La7D, canale nazionale che però ha ancora molte zone buie sul territorio italiano) vale la pena spendere un sabato pomeriggio per raggiungere il palasport di Masnago. E naturalmente tifare Varese, visto che l’incrocio con i marchigiani è anche uno spareggio per un posto al sole dei playoff.
La Scavolini Siviglia infatti, pur sopravanzando la Cimberio di quattro lunghezze (32 a 28) appartiene a quella fascia di squadre che non ha ancora definito del tutto il proprio futuro: raggiungere Hackett e compagni non sarà semplice ma il successo nello scontro diretto (e il ribaltamento del 72-68 della sciagurata partita d’andata) rappresenterebbe una mossa molto importante.

I TRE TENORI – Le fortune di Pesaro («visti i nomi si può tranquillamente dire che è una squadra costruita per entrare tra le prime quattro» avverte Recalcati) passano senza dubbio dalle mani dei suoi tre americani: la guardia Hickman, l’ala White e il mezzo lungo Jones. Hickman è forse il giocatore più decisivo in questo ultimo scorcio di stagione per la Scavo-Siviglia e all’andata fu freddissimo nel finale quando tocco a lui siglare i liberi della vittoria; l’ex sassarese White è invece atleta esplosivo e spettacolare mentre Jumaine Jones – già decisivo in passato contro Varese più di una volta – ha mani delicate ma anche stazza e fiuto per controllare la situazione a rimbalzo. Sarebbe però riduttivo fermarsi qui, perché Dalmonte ha a disposizione anche un Daniel Hackett ormai maturo e capace di integrarsi al meglio con le star della sua squadra.
«Pesaro vive un ottimo momento di forma, ha tante buone individualità a disposizione e un collettivo ben organizzato» spiega coach Recalcati a poche ore dalla partita. «Servirà particolare attenzione difensiva da parte nostra, anche perché hanno giocatori con caratteristiche diverse che quindi si comportano in modo differente. Prendiamo come esempio i lunghi (mancherà l’infortunato Cusin ndr): Lydeka e Jones sono due giocatori per certi versi opposti e quando cambierà la marcatura su di loro dovremo sapere esattamente come adeguare la difesa».

ZONA, PERCHÈ NO? - Una delle scelte che Recalcati potrebbe fare, soprattutto in caso di difficoltà, è quella della difesa a zona che tanto è servita per la rimonta vincente di Biella. «È un’arma che abbiamo e che va usata nel modo giusto – dice il coach – a seconda dell’avversario e dello sviluppo della partita. Pesaro ha diversi ottimi tiratori, anche se poi la zona può funzionare perché toglie qualche punto di riferimento e costringe anche chi ha la "mano calda" a cambiare la situazione di tiro».
In questa settimana accorciata (a Biella si è giocato lunedì sera) la Cimberio non ha avuto particolari problemi fisici e ha potuto approcciare al match con una certa serenità. «Inoltre avere a disposizione Weeden, che pure non giocherà, è molto utile: potersi allenare bene permette di preservare energie e non forzare troppo gli acciacchi in vista della domenica». La presenza di Goss invece ha tutta l’aria di essere un’arma in più: «Avere un giocatore in grado di prendere vantaggio sul diretto avversario non è mai un problema - sorride Recalcati – Inoltre chi c’era lo scorso anno conosce già Phil e i nuovi hanno già imparato a capirlo come si è visto a Biella: non c’è il pericolo che ci si pestino i piedi».

GIORNATA DELL’ABBONATO - Per aiutare a riempire Masnago – visto che è necessario un bel pubblico per mettere paura alla Scavolini – la società ha intanto lanciato la giornata dell’abbonato. Ogni possessore della tessera stagionale può farsi accompagnare da un amico che pagherà solo 5 euro per un posto nel medesimo settore, ad esclusione del parterre. All’interno del PalaWhirlpool torneranno invece a risuonare le note della Coloured Swing Band che ha riscosso un ottimo successo nella partita con Sassari mentre proseguirà l’attività dei ragazzi del progetto "Io tifo con il cuore".

Cimberio Varese – Scavolini Siviglia Pesaro

Varese: 4 Demartini, 5 Goss, 6 Stipcevic, 7 Rannikko, 8 Talts, 9 Diawara, 11 Reati, 13 Garri, 14 Kangur, 15 Ganeto, 16 Bertoglio, 18 Fajardo. All. Recalcati.
Pesaro: 4 White, 5 Cavaliero, 7 Hickman, 9 Alibegovic, 11 Cercolani, 13 Tortù, 14 Flamini, 15 Hackett, 16 Lydeka, 23 Urbutis, 33 Jones. All. Dalmonte.
Arbitri: Pozzana, Giansanti, Ramilli.

Serie A Programma e classifica 

Facebook – Diventa amico di Sport VareseNews

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.