Colpo di fucile contro una pizzeria

Dopo l'episodio di Samarate, contro il negozio Arredamenti Coccè, ancora spari nella notte contro attività commerciali

Un colpo di fucile rimbomba nelle strade di Gorla Maggiore alle due di notte. E’ accaduto nella notte tra martedì e mercoledì e a farne le spese è stata la vetrina di una pizzeria del paese che da una decina di giorni ha cambiato gestione. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Saronno che hanno effettuato i rilievi del caso. Il proprietario del locale, un egiziano, non avrebbe fornito agli inquirenti informazioni utili a risalire all’autore del gesto e tutte le ipotesi sono vagliate. Si tratta, comunque, del secondo episodio in pochi giorni in provincia di Varese dopo quello che ha visto protagonista il negozio di arredamento Coccè di Samarate; in quel caso i proiettili sparati sono stati quattro da una pistola calibro 7,65 e anche in questo caso non sembrano esserci motivazioni apparentemente evidenti che possano spiegare l’accaduto. Le vittime di questi episodi, che hanno tutto il sapore amaro delle intimidazioni, spesso non parlano per paura. Se a questi due fatti si aggiunge anche l’incendio di una ruspa nel cimitero di Busto Arsizio, avvenuto nella tarda serata di lunedì e altri episodi similari avvenuti di recente il clima nella zona sud della provincia di Varese non è tra i più rassicuranti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.