Con 570 bambini alla scoperta del Parco dei Ronchi

Nel fine settimana del 21 e 22 aprile nel quartiere Canazza un ricco programma di iniziative sull'importanza del verde pubblico; concorso di scuole, mostre, biciclettata e pulizia del Parco Ronchi

Il Compleanno della Terra festeggia con un record di partecipazione nelle scuole la sua ventesima edizione: sono infatti 570 gli alunni delle primarie di Legnano che quest’anno partecipano a Bosconcorso, il concorso sul verde in città.
E per conoscere il polmone verde che ha ispirato vent’anni fa l’iniziativa, il Parco Bosco dei Ronchi nel quartiere Canazza, i bambini con i loro insegnanti, in questi giorni e nei prossimi, vi faranno una visita guidati dal gruppo Scout Legnano 1 e 9.
Questo, del resto, è lo spirito originario del Compleanno; promuovere la cultura e il rispetto dell’ambiente, anche e soprattutto attraverso azioni concrete come la pulizia del bosco, la manutenzione degli arredi e la condivisione di momenti che hanno contribuito a creare l’identità di un quartiere prima, di una città poi.

Proprio perché il Compleanno della terra è -come recita il motto- una manifestazione tutta proiettata verso il futuro ("La terra non è nostra. L’abbiamo presa in prestito dalle generazioni passate per lasciarla in eredità a quelle future"), negli anni è cresciuto il coinvolgimento delle scuole al punto da realizzare quest’anno il record di partecipanti.

Concepita nell’Oltresempione, questa manifestazione negli anni è cresciuta per soggetti coinvolti e partecipazione: in particolare all’edizione 2012, che nasce, come sempre, sotto il patrocinio del Comune di Legnano e grazie all’impegno diretto della Consulta 3, hanno collaborato 17 realtà tra associazioni, scuole ed enti e contribuisce per il secondo anno consecutivo la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate. «Per una banca locale la vicinanza al territorio è un valore -ribadisce il presidente Roberto Scazzosi-, quindi una manifestazione che nasce da un quartiere e si sviluppa negli anni coinvolgendo l’intera città riveste per noi un significato particolare. È un esempio vero di cittadinanza attiva, di sensibilizzazione verso un bene comune, in questo caso il verde, necessaria, tanto più se indirizzata alle giovani generazioni».



Tanti i momenti in cui si articola il Compleanno della Terra:

-sabato 21 alle 21 nell’auditorium delle Medie Tosi lo spettacolo ""Il barone Lamberto", cui seguirà la premiazione dei lavori presentati da classi e gruppi per Bosconcorso

-domenica 22 dalle 9.00 alle 12.00 l’intervento di pulizia del parco bosco dei Ronchi, a seguire l’inaugurazione della "stele celebrativa" in occasione del 20° della festa e il pranzo offerto ai volontari.

-sempre domenica 22 pomeriggio alle 14.30 la partenza di RO.TO.PAM.CA, la biciclettata non competitiva per adulti e ragazzi alla riscoperta dei quattro parchi di Legnano, i giochi, la mostra ornitologica, il mercatino del libro/giocattolo usato.
-martedì 24 alle 21 la serata "Parco Bosco dei Ronchi: tra passato e futuro", un inedito convegno socioculturale pensato per ribadire il fondamento storico all’iniziativa. Perché ogni anno ci si ritrova al bosco Ronchi? Cos’è questo bosco? Cosa rappresentava per la città in passato? Cosa potrebbe rappresentare in futuro?
Le iniziative si svolgeranno tra la baita degli alpini, lo Spazio Incontro e le aree verdi circostanti di via Colombes.
Da ricordare che nel tempo il Compleanno è arrivato a sdoppiarsi, per dar vita all’Onomastico della Terra che si tiene ogni autunno ormai da cinque anni. Se il Compleanno in primavera fa scoprire o riscoprire un bosco unico per valore e morfologia; con l’onomastico in autunno si mettono a dimora piante che contribuiranno a fare ancora più bello il parco ex Ila, altro gioiello verde dell’Oltresempione, tramandato da una Legnano che non c’è più.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.