Dalla Pediatria un corso di formazione aperto a tutti

Il 12 e 19 aprile due incontri organizzati dall’ospedale cittadino rivolti a medici e famigliari per diversi ambiti di intervento rivolti ai pazienti più piccoli

Giovedì 12 aprile alle 17.45, presso la Sala Morandi dell’Ospedale di Saronno, si terrà la prima serata del corso di formazione residenziale “Percorsi e funzioni in pediatria tra ospedale e territorio”. L’iniziativa, ormai giunta alla sua nona edizione, è rivolta ai Pediatri dell’Azienda Ospedaliera e ai Pediatri di Libera Scelta della città di Saronno e del territorio di riferimento dell’Ospedale. Il corso si pone l’obiettivo di continuare a migliorare i rapporti tra Pediatria Ospedaliera e Territoriale, al fine di garantire una più adeguata assistenza al paziente pediatrico e alla sua famiglia.

La parte introduttiva della prima serata sarà tenuta da un avvocato esperto in medicina legale, verrà dato ampio spazio alla discussione su un tema molto importante per la pediatria di base e per quella ospedaliera: medicina difensiva e iperprescrittività. Modi di fare e comportamenti che riguardano sia il piano della relazione con il paziente, sia quello dell’organizzazione del lavoro e, naturalmente, quello più strettamente medico-professionale. Ampia parte dell’incontro sarà dedicata alla cardiologia pediatrica con l’intervento del responsabile della cardiologia pediatrica del Policlinico di Milano, dott. Gabriele Vignati.

Il secondo incontro, che si terrà il 19 aprile, verterà su un problema comune nell’infanzia e nella prima adolescenza: l’enuresi notturna. Si tratta di un disturbo, più che una malattia e consiste nella perdita involontaria e completa di urina durante il sonno in un’età (5-6 anni) in cui la maggior parte dei bambini ha ormai acquisito il controllo degli sfinteri. E’ un problema frequente che interessa il 10-15% dei bambini a sei anni e che tende il più delle volte a risolversi spontaneamente (incidenza solo dell’1% negli adulti). L’approccio a questo disturbo é impegnativo, poiché prevede il coinvolgimento di tutto il nucleo familiare e molta disponibilità di tempo e di energie. E’ necessario cercare una strategia terapeutica efficace e condivisa, accettata sia dalla famiglia sia dal bambino. La terapia comportamentale può sicuramente essere d’aiuto, ma l’associazione con il trattamento farmacologico facilita il raggiungimento di risultati tangibili e incoraggia il proseguimento della terapia. Per affrontare questo problema sono stati invitati due fra i maggiori esperti lombardi con una casistica fra le più numerose, il dott. Antonio D’Alessio e la dott.ssa Rita Caruso.

Responsabile scientifico del corso è il dott. Giovanni Montrasio, Direttore del Dipartimento Materno Infantile dell’Azienda Ospedaliera. Nell’occasione sarà presentato il nuovo ambulatorio dell’enuresi notturna dell’Ospedale di Saronno.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.