Dimissioni di Boni, per le opposizione una scelta obbligata

Le opposizioni sono scatenate dopo le dimissioni del vicepresidente della Regione, il leghista Davide Boni

“A quasi un mese e mezzo dalla notizia delle indagini a suo carico, Davide Boni ha fatto solo un atto di correttezza istituzionale che gli avevamo chiesto più volte – dichiara il Pd Alessandro Alfieri –. Erano i primi di marzo quando ha ricevuto un avviso di garanzia per corruzione e, nonostante gli inviti, non solo dell’opposizione, a farsi da parte, sosteneva e ha sostenuto fino a pochi giorni fa di non aver nulla da temere. Ora, all’improvviso, cambia registro e assicura di voler semplicemente seguire l’esempio del suo leader Umberto Bossi. In realtà, fa ciò che andava fatto da tempo: togliere dall’imbarazzo l’istituzione Consiglio regionale. Alla buon’ora”.
Le opposizioni sono scatenate dopo le dimissioni del vicepresidente della Regione, il leghista Davide Boni.
"Non esulterei per le dimissioni del Presidente Boni perché il palese declino formigoniano sta trascinando l’istituzione regionale sempre più a fondo, di male in peggio. Temo seriamente che la miopia di Formigoni, che ormai è l’unico a non accorgersi dello sgretolamento di questa maggioranza di centrodestra, ci porti, tra qualche tempo, a rimpiangere persino l’ormai ex Presidente del Consiglio regionale…". Così Stefano Zamponi, Capogruppo regionale dell’Italia dei Valori.
Soddisfazione per le dimissioni anche dal gruppo di Sinistra e Libertà, “spiace però constatare – spiega Chiara Cremonesi, capogruppo di Sel – che arrivino con oltre un mese di ritardo e, soprattutto, che siano il frutto non di un’assunzione di responsabilità, ma dei regolamenti interni a una Lega in profonda crisi. E in questa uscita di scena già poco onorevole, consigliamo almeno a Boni di evitare paragoni improponibili. L’atteggiamento di Nichi Vendola – peraltro mai accusato di corruzione – nei confronti della giustizia è talmente specchiato e distante dal suo, da non potersi lui permettere alcun accostamento”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.