E’ morta Miriam Mafai

Aveva 86 anni, è stata una delle firme più prestigiose del giornalismo italiano. Ha avuto una intensa vita politica,che si è intrecciata con quella sentimentale: fu compagna per 30 anni di Giancarlo Pajetta

Miriam MafaiE’ morta a Roma il 9 aprile 2012, all’età di 86 anni, la giornalista e scrittrice Miriam Mafai. Una delle firme più prestigiose del giornalismo italiano – aveva contribuito alla nascita di Repubblica e per il quotidiano, per decenni, ha svolto un’intensa attività di editorialista e cronista – Miriam Mafai era nata a Roma il 2 febbraio del 1926, figlia di due fra i più noti artisti del ventesimo secolo: il pittore Mario Mafai e la scultrice Maria Antonietta Raphael.  Mafai aveva partecipato alla resistenza antifascista a Roma e la sua carriera giornalistica era cominciata con l’Unità, all’epoca "Organo del Partito Comunista Italiano”. Dal 1983 al 1986 è stata presidente della Federazione nazionale della stampa italiana.

La sua intensa attività politica la portò ad una lunga relazione con Giancarlo Pajetta, ma prima ancora, nel 1948, sposa con una cerimonia civile Umberto Scalia, segretario della Federazione del PCI dell’Aquila: dal matrimonio nasceranno due figli, Sara e Luciano.  La relazione con Giancarlo Pajetta, comincia invece nel 1962. Miriam Mafai (più di trent’anni lei, oltre cinquanta lui) era ancora sposata: sarà però un amore lungo trent’anni, fino alla morte del più popolare esponente del PCI per tutto il secondo dopoguerra.

All’impegno giornalistico Mafai affianca anche una vasta produzione saggistica, da L’uomo che sognava la lotta armata (1984) a Pane Nero. Donne e vita quotidiana nella seconda guerra mondiale (1987) a Il lungo freddo. Storia di Bruno Pontecorvo, lo scienziato che scelse l’Urss (1992), da Botteghe Oscure addio. Com’eravamo comunisti (Premio Cimitile nel 1996) a Dimenticare Berlinguer (1996), da Il sorpasso. Gli straordinari anni del miracolo economico 1958-1963 (1997) a Il silenzio dei comunisti (2002), scritto insieme a Vittorio Foa e Alfredo Reichlin.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.