Fermato dalla polizia con una cassaforte rubata nell’auto

Un uomo di 31 anni è stato arrestato dalla polizia cantonale. È ritenuto responsabile di numerosi furti in abitazioni. Recuperati diversi gioielli e orologi

Il Ministero pubblico e la Polizia cantonale comunicano che il 14 marzo scorso nel Luganese è stato arrestato, grazie alla segnalazione da parte di un cittadino, un 31enne di nazionalità straniera residente nella Svizzera centrale. Nell’auto su cui si trovava è stata ritrovata una cassaforte rubata in un’abitazione del Locarnese mentre nella sua camera d’albergo un’importante refurtiva consistente in gioielli e orologi.

In base ai primi riscontri dell’indagine, condotta dalla Sezione reati contro il patrimonio (RCP) e coordinata dal Procuratore pubblico Moreno Capella, si presume che l’uomo, con l’aiuto di un complice, avrebbe commesso in Ticino dei furti senza scasso nelle abitazioni. In particolare i due si impossessavano delle chiavi lasciate nelle cassette delle lettere (cattiva abitudine vivamente sconsigliata) per poi entrare nelle case sottraendo gioielli, orologi e carte di credito, tentando poi prelievi abusivi ai bancomat. Questo senza creare disordine, tanto che alcune vittime non si sono neppure accorte della loro "visita". Parte della refurtiva sottratta è già stata riconosciuta da alcune parti lese ma vi sono ancora numerosi valori rubati da riconoscere che possono essere visionati sul sito della Polizia cantonale (http://www4.ti.ch/DI/POL/) nella sezione in alto a destra dello schermo "Ricerca vittime di furti in Ticino". Chi riconosce i propri gioielli è pregato di telefonare allo 0848 25 55 55. Si rinnova inoltre l’invito alla popolazione a contattare immediatamente la Polizia allo 0848 25 55 55 in caso di persone o veicoli sospetti, annotando in particolare il numero di targa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.