Gettone per Alexandra, è sincero o è solo demagogia?

Una lettera del presidente del consiglio comunale Roberto Puricelli (Pdl) spiega perché la richiesta di devolvere i rimborsi ai consiglieri a una sola causa potrebbe essere fuorviante

La richiesta di devolvere il gettone di presenza del consiglio comunale alla causa di Alexandra Bacchetta –  la donna che fa lo sciopero della fame davanti alla prefettura perchè non ha avuto il rimborso dei danni dell’alluvione –  sta suscitando molte polemiche. E’ una richiesta corretta o strumentale? L’idea era stata lanciata dal capogruppo del Pd Fabrizio Mirabelli, mentre Rocco Cordì’ di Sel l’ha criticata. Interviene Roberto Puricelli del Pdl, presidente del consiglio comunale. 

Le scrivo in qualità di Presidente del Consiglio Comunale di Varese a seguito di quanto dichiarato dal Consigliere Fabrizio Mirabelli, capogruppo del P.D., in merito alla questione riguardante la protesta messa in atto dalla sig.ra Alessandra Bacchetta.
Non voglio entrare nel merito della polemica insorta tra lo stesso Mirabelli ed altri consiglieri, né esprimere giudizi sull’opportunità o meno di acquisire visibilità mediante interventi che sembrano essere più dettati da facile demagogia e non dalla concretezza che la situazione richiederebbe.
Ciò che mi preme ribadire è che nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale è stata trasversalmente manifestata la solidarietà e la vicinanza da parte dei gruppi consiliari. Inoltre, nel corso della riunione dei Capogruppo di martedì scorso, dopo una partecipata ed approfondita discussione si è convenuto di valutare la possibilità di istituire un fondo di solidarietà che veda coinvolti Comune, Provincia e Regione, monitorando proprio quanto deciderà la Regione in merito ai rimborsi: ciò anche al fine di non dimenticare tutte le altre persone coinvolte nei tragici eventi conseguenti all’alluvione del 2009.
Posso assicurare che non sono state accampate scuse o giustificazioni da parte di alcuno: personalmente penso inoltre che la solidarietà possa essere espressa nei modi che ognuno ritiene più opportuno, e che la più nobile e credibile generosità acquisisca un maggior valore se non viene pubblicamente vantata.

Cordialmente.
Il presidente del consiglio comunale

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.