Giusy Giordano: “Dare continuità a quanto fatto finora”

Unico candidato a Brissago Valtravaglia, l’attuale sindaco in carica si presenta. Parla del suo programma per il paese, e cita “La luna e i falò” di Pavese come slogan

giusy giordanoUna sola lista a Brissago Valtravaglia per le amministrative 2012. Nessun antagonista per Giusy Giordano, sindaco in carica che si ripresenta per il secondo mandato.

Sposata da 28 anni (“con Filippo” impiegato pubblico), ha una figlia di 23 anni che si chiama Federica e studia all’università. «Ho 52 anni, sono funzionario amministrativo all’ASL di Varese, dal 2002 al 2007 sono stata vice sindaco del comune di Brissago, da maggio 2007 sindaco. Oggi mi ricandido».

Ecco, partiamo da questo primo aspetto della campagna elettorale: perché ha deciso di candidarsi?
«Mi rincandido per la continuità»

Con quali criteri ha scelto la sua lista?«La squadra è quella che mi ha sostenuto nel primo mandato, certo che, con la riduzione da 12 consiglieri a 6, ho ritenuto importante continuare con la mia squadra che ha lavorato seriamente».

Qual è il suo programma, in 5 proposte
«Miglioramento dei servizi, sicurezza al cittadino, politiche sociali e famiglia, cultura e integrazione giovanile, bilancio partecipato».

Tre cose che farà per il suo paese non appena eletta
«Il bilancio di previsione, in funzione dei trasferimenti Statali, dell’applicazione dell’IMU auspicando che il Governo dia delle indicazioni chiare e precise sull’applicazione della tassa stessa; l’pertura dello “Sportello Comunale” al piano i cui locali sono già pronti; la realizzazione della farmacia, in sostituzione del dispensario per garantire al cittadino un servizio più completo»

Come vede il suo paese tra 5 anni?
«Lo vedo bene, e ancora più vivibile».

Come passa il suo tempo libero?
«Mi dedico alla mia famiglia, a me stessa ai miei animali, e leggo qualche libro»

Ha uno slogan?
“…Un paese vuol dire non
essere soli, sapere che
nella gente, nelle piante,
nella terra c’è qualcosa
di tuo, che anche quando
non ci sei resta ad
aspettarti.” )da Cesare Pavese

Utilizza internet e i social network?
«Internet e basta»

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.