Gli acciacchi non tolgono magia al derby

Domenica sera (ore 21) al Pianella va in scena il grande classico Cantù-Varese. Bennet senza Shermadini e Micov, la Cimberio rispolvera Weeden e rinuncia a Rannikko. Palazzetto esaurito

Ci sarà Tony Weeden nella Cimberio che domenica sera proverà a spezzare una dolorosa serie di sconfitte nei derby contro Cantù. La decisione è stata confermata dall’entourage biancorosso dopo che coach Recalcati aveva già fatto capire di voler recuperare al meglio il capitano (che ha un ginocchio malconcio) per la trasferta di mercoledì 25 a Treviso. Una scelta comprensibile in chiave playoff, visto che l’incrocio del PalaVerde è senz’altro fondamentale per i biancorossi ancora alla ricerca della qualificazione: la presenza di Weeden – bocciato ma non cacciato dopo l’arrivo di Goss – permetterà comunque alla squadra di avere una rotazione maggiore tra gli esterni, cosa da non sottovalutare in quello che sarà un "derby acciaccato".

TRA BENDE E CEROTTI - Con la regular season in dirittura d’arrivo e con cinque partite piuttosto ravvicinate da affrontare, gli allenatori (non solo di Cantù e Varese) devono in questi giorni fare i conti per capire chi sono gli "abili e arruolati". La Bennet, oltre a Scekic fermo da tempo, dovrà rinunciare all’ala Micov (sempre indigesto alla Cimberio) e al giovane pivot georgiano Shermadini, brutto da vedere ma estremamente efficace. Ma dall’altra parte della barricata non is sta troppo meglio: al di là di Rannikko, ci sono infatti diversi giocatori alle prese con acciacchi: Goss (ginocchio) e Kangur (caviglie) sono quelli più "bendati" ma le condizioni generali non sono le migliori. "Di ghiaccio ne va tantissimo" ci scherza sopra Carlo Recalcati alla vigilia prima di avvertire: "Non facciamoci ingannare dal fatto che Cantù ha qualche problema fisico: certe cose si pagano sul lungo periodo ma sulla partita secca si possono non avvertire. Non a caso la Bennet, prima di perdere a Milano, ha vinto una grande gara contro Siena". All’andata i brianzoli diedero scacco matto alla Cimberio in un PalaWhirlpool pieno come un uovo. "Abbiamo rivisto quella partita – spiega il grande ex – ma me la ricordavo bene. Loro giocarono una gara perfetta attacando bene ogni nostro movimento in copertura. Stavolta dovremo fare nostre alcune loro peculiarità ed evitare di esporci troppo alla loro circolazione di palla: abbiamo preparato alcune soluzioni, dovremo metterle in pratica".

TANTI DUELLI - La partita comunque, oltre che sugli spalti, sarà tutta da gustare sul parquet perché al di là degli assenti non mancano duelli diretti molto interessanti. C’è per esempio quello tra Perkins e Goss, due importanti innesti in corsa chiamati ad avere quel ruolo da play-guardia-realizzatrice che altrimenti mancava. Il reparto esterno varesino con Stipcevic e Weeden è sicuramente più fresco dell’accoppiata canturina Basile-Mazzarino, due che però tra esperienza e cinismo hanno pochi rivali. Bella anche la sfida tra il possente Diawara e il più tecnico Markoishvili (foto) mentre avvicinandosi a canestro troviamo uno scontro aperto Leunen-Kangur. Difficile invece per la Cimberio contrastare i lunghi biancoblù: Talts, Fajardo e Garri dovranno almeno reggere l’urto con Brunner e Marconato, non certo i più freschi del mondo ma al momento sicuramente superiori alla triade biancorossa, uscita con le orecchie basse nel match con Pesaro.

OCCHIO ALLE ALTRE – Per le due eterne rivali quella del "Pianella" sarà una gara molto importante ma non decisiva per la classifica; ovvio però che due punti farebbero comodissimo ad entrambe. Se la Bennet, seconda, deve tenere a bada il terzetto formato da Milano, Pesaro e Sassari (queste ultime si affrontano in un match molto interessante), la Cimberio dovrà tifare Venezia che ospita Roma e sperare che Milano (favorita su Avellino) e Caserta (difficile, a Bologna) tolgano punti alle dirette rivali sia per l’ottavo posto sia – perché no – anche per qualcosa di più sostanzioso. A Cucciago si comincerà a giocare alle 21, con trasmissione in diretta su RaiSport 1 e come di consueto con aggiornamenti costanti su VareseNews. Nel vecchio palasport ci sarà il pienone, con i biglietti destinati agli ospiti che sono presto andati esauriti. Il derby è sempre il derby: gli acciacchi passano in secondo piano. 

Bennet Cantù – Cimberio Varese

Cantù: 9 Markoishvili, 10 Leunen, 11 Marconato, 12 Mazzarino, 13 Perkins, 16 Abass, 17 Diviach, 20 Cinciarini, 21 Bolzonella, 25 Brunner, 55 Basile. All. Trinchieri.
Varese: 4 Demartini, 5 Goss, 6 Stipcevic, 8 Talts, 9 Diawara, 11 Reati, 13 Garri, 14 Kangur, 15 Ganeto, 16 Bertoglio, 18 Fajardo, 23 Weeden. All. Recalcati.
Arbitri: Sabetta, Tola, Quacci.

Serie A Programma e classifica 

Facebook – Diventa amico di Sport VareseNews 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.