Gli istituti tecnici agrari d’Italia si sfidano a Villa Cortese

Il 3 e 4 maggio i 42 migliori studenti si mettono alla prova nella Gara nazionale promossa dal Ministero dell'Istruzione e organizzata dall'istituto "Gregorio Mendel"

Si disputerà a Villa Cortese l’edizione 2012 della Gara nazionale degli istituti tecnici agrari promossa dal Ministero dell’Istruzione.
Il 3 e 4 maggio sarà l’istituto di istruzione superiore "Gregorio Mendel" ad ospitare e organizzare l’appuntamento nazionale riservato agli studenti del quarto anno. L’impegno è stato affidato dal Ministero dell’Istruzione un anno fa, quando Martina Colombo, alunna del Mendel, ha vinto l’edizione 2011 della Gara che si è svolta a Imola (Bo). «Siamo molto onorati di questo incarico», commenta il dirigente scolastico del Mendel, Gian Mario Mercante. «Sicuramente un impegno, ma soprattutto un’importante prova per il nostro istituto che ci pone come punto di riferimento nazionale per tutti gli istituti tecnici agrari».

Un primato non nuovo per Villa Cortese la cui scuola agraria vanta una storia lunga più di 80 anni. Nato come scuola di agraria Ferrazzi e Cova, alla fine degli anni Ottanta, il Mendel si è costituito come istituto agrario statale. Attualmente l’istituto ospita 580 alunni e per il prossimo anno ne sono previsti 630 poiché il bacino di interesse si è ampliato dall’Altomilanese fino a comprendere il Varesotto e una parte della provincia di Como. Fondamentale la collaborazione con la fondazione Ferrazzi e Cova. «Siamo convinti che il rapporto tra attività didattica e mondo del lavoro deve essere stimolato e incentivato», precisa Bruno Dell’Acqua, presidente della fondazione. «La Ferrazzi e Cova, che svolge attività agricola e di allevamento, vuole offrire agli studenti un’occasione per una didattica in campo».

L’affidamento dell’organizzazione della Gara nazionale non è stata una sorpresa: dopo il quarto posto del 2010, l’anno scorso è arrivata la vittoria di Martina Colombo che a marzo ha ricevuto l’attestato dalle mani del ministro all’Istruzione Francesco Profumo. La Gara nazionale è un appuntamento che richiama scuole da tutto lo Stivale e che mette alla prova studenti e corpo docente al fine di valorizzare le eccellenze e diffondere sul territorio una immagine dell’istruzione tecnica adeguata alle nuove realtà emergenti in campo nazionale ed europeo. «Abbiamo avuto per quest’anno 42 adesioni», annuncia Rosa Dello Russo, docente tecnico-pratico di Chimica del Mendel e referente organizzativa della Gara. «Nei due giorni, il 3 e 4 maggio, i migliori studenti delle classi quarte saranno chiamati ad affrontare due prove: il primo giorno la prova scritta per accertare le conoscenze e le capacità di sintesi nelle discipline di Biologia applicata, Chimica agraria, Tecnica di produzione animale, Tecniche di produzione vegetale, Tecnica di gestione aziendale, Topografia ed elementi di costruzioni rurali. Il secondo giorno, la prova pratica si svolgerà nei laboratori per misurare abilità tecniche e competenze nel campo della Chimica agraria, della Biologia applicata e della Tecnica di produzione vegetale».

Accanto alle prove, gli studenti e i loro docenti accompagnatori saranno guidati nella visita di alcuni luoghi caratteristici dal punto di vista produttivo, culturale, turistico del territorio a nord ovest di Milano e del Varesotto per promuovere anche uno scambio di esperienze tra realtà socioculturali diverse.

Per la Gara nazionale, il Mendel ha messo in campo tutti i suoi "gioielli". Personale docente, assistenti tecnici ed amministrativi, collaboratori scolastici, studenti e genitori si sono dati da fare per organizzarla al meglio. «È un appuntamento importante oltre che prestigioso che vogliamo affrontare nel migliore dei modi», spiega Piero Caccia, presidente del Comitato genitori del Mendel. «Ci siamo attivati nella raccolta fondi, cercando di fornire all’istituto un aiuto economico». Per quanto gli alunni del Mendel provengano da 70 diversi Comuni, la scuola è fortemente legata al territorio e con il territorio vuole crescere. «Sicuramente la Gara nazionale che stiamo per affrontare è un riconoscimento importante per il lavoro svolto dagli insegnanti nella preparazione e formazione degli studenti», conclude il dirigente scolastico.

L’iniziativa è sostenuta, tra gli altri sponsor, anche dalla Banca di Credito Cooperativo di Busto Garolfo e Buguggiate. «Confermiamo il ruolo di banca che guarda al territorio valorizzando quelle manifestazioni che premiano le eccellenze», osserva il presidente della Bcc, Roberto Scazzosi. «L’istituto Mendel è una presenza storica e importante che ha saputo nel tempo coniugare la didattica con il mondo del lavoro, diventando punto di riferimento per il territorio dell’Alto Milanese e del Varesotto».

GARA NAZIONALE ISTITUTI TECNICI AGRARI 2011
Programma
 Mercoledì 2 maggio
Arrivo degli studenti e dei loro accompagnatori all’UNA Hotel di Legnano
Sistemazione e cena
 
Giovedì 3 maggio
Per gli studenti:
Ore 8.30: inizio prove scritte all’istituto superiore Mendel 
Per gli accompagnatori:
Ore 9.00: visita all’azienda Piero Carnaghi Spa
Ore 11.00: visita all’azienda Brema Ice Makers Spa
Ore 13.30: pranzo all’istituto "Falcone" di Gallarate
Ore 15.30: partenza per Varese direzione Campo dei Fiori con visita all’osservatorio astronomico e ambiente naturalistico
Ore 20.00: cena in albergo
 
Venerdì 4 maggio
Per gli studenti
Ore 8.30: inizio delle prove pratiche all’istituto Mendel 
Per gli accompagnatori
Ore 9.00: partenza per Boffalora. Navigazione sul Naviglio Grande
Ore 13.30: buffet all’azienda agricola San Rocco di Pontevecchio di Magenta
Ore 15.30: Partenza per Morimondo e Vigevano
Ore 20.30: cena di gala all’UNA Hotel di Legnano e consegna degli attestati di partecipazione
 
Sabato 5 maggio
Rientro dei partecipanti

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.