Il collegio Geometri sforna 65 nuovi esperti di tutela ambientale

È l’ultimo tassello di un percorso che ha visto i candidati impegnarsi in un corso di formazione svoltosi presso il Collegio nei mesi scorsi. Una seconda tornata, dopo i 60 premiati nel novembre del 2011

Sessantacinque nuovi attestati per gli “Esperti in materia di tutela paesistico ambientale” appena “sfornati” dal Collegio Geometri e Geometri Laureati di Varese.
È l’ultimo tassello di un percorso che ha visto i candidati impegnarsi in un corso di formazione svoltosi presso il Collegio nei mesi scorsi. Una seconda tornata, dopo i 60 premiati nel novembre del 2011, che ha avuto come docenti tutti funzionari di Regione Lombardia. A premiarli per il risultato raggiunto c’erano, infatti, l’assessore regionale ai trasporti Raffaele Cattaneo, e quello al paesaggio Alessandro Colucci insieme al presidente del Collegio Luca Bini.
Il corso si è adattato a tutti i nuovi decreti e le nuove leggi che prevedono la valorizzazione del territorio: ogni professionista deve essere aggiornato sul territorio. E da adesso, in giro per la provincia ci sono sessanta esperti ambientali a disposizione delle amministrazioni pubbliche. «L’obiettivo – ha spiegato l’assessore Colucci – è quello di tutelare il territorio in un ottica di rilancio e sviluppo. La partecipazione a questo corso serve proprio per creare professionisti che aiutino a non vivere le norme come un divieto, ma come un percorso da valorizzare». «La sfida – ha spiegato Cattaneo – non è quella di mettere un cerotto a un danno fatto, quando si parla di paesaggio e ambiente. Ma di realizzare opere già capaci di contribuire all’arricchimento del territorio senza intervenire negativamente sull’ambiente».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.