Il Kenia “vince” la Milano City Marathon

Grande partecipazione alla 12esima edizione della maratona di Milano. Una gara contrassegnata dalla pioggia e che ha visto sul gradino più alto del podio keniani

L'arrivo del kenyanoÈ stato il keniano Daniel Too ad aggiudicarsi la Barclays Milano City Marathon di quest’anno tagliano il traguardo dopo 2h8’39” dalla partenza. Una manciata di secondi dopo -4 per l’esattezza- è arrivato Kurgut Nickson, suo connazionale, e per il primo italiano è stato necessario che passassero 2h15’25” quando ha completato la sua gara Giovanni Gualdi, atleta delle fiamme gialle. Il record della competizione però non è stato battuto anche a causa della pioggia che è caduta copiosa e incessante per tutti i 42195 metri del percorso. Questo ha creato notevoli problemi ai runners, specialmente a quelli che volevano sfruttare la maratona milanese per qualificarsi alle prossime olimpiadi di Londra.

E anche tra le donne la prima arrivata, Kosgei Irene Jerotich, è di nazionalità keniana con 2h31’07” staccando di soli 11 secondi l’italiana Emma Quaglia.

Ma oltre ad atleti professionisti, la maratona è stata partecipata anche da numerosi runners amatoriali anche grazie alla possibilità di dividere in una staffetta da 4 persone l’intero percorso. In totale sono partite ben 2.103 staffette. Tutte le staffette, tra l’altro, partecipavano ad un Charity Program che prevedeva la devoluzione di parte della quota di iscrizione a favore di associazioni senza scopo di lucro e organizzazioni non governative. 
Per tutta la giornata, inoltre, a Milano le macchine sono dovute rimanere in garage e tante iniziative -la gran parte gratuite- hanno animato le vie della metropoli lombarda per la seconda “domenicAspasso” dell’anno.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.