Il Varese sarà più “affamato” del Grosseto

Maran dovrà fare a meno di Filipe, Neto e Corti. A centrocampo potrebbe giocare Cacciatore. Lutto al braccio per la scomparsa di Carlo Petrini, ex biancorosso, e un minuto di silenzio per Morosini

Rolando Maran lunedì sera (inizio ore 20 e 45) nel posticipo contro il Grosseto dovrà fare a meno di Neto, Filipe e Corti, tutti e tre infortunati. Ci sarà un problema a centrocampo, dunque, che il mister del Varese potrebbe ovviare schierando il duttile Cacciatore al fianco di Kurtic. Tra le soluzioni c’è anche l’ipotesi del giovane De Luca sulla fascia (questa "variante" è stata provata durante la settimana) con Martinetti e Granoche come punte.
Quello che è certo è che Maran chiederà una prova di grande intensità ai suoi ragazzi. «Dobbiamo essere affamati più dei nostri avversari – dice il mister del Varese – solo così potremo fare bene. Abbiamo l’obbligo di provarci perché noi ogni giorno costruiamo qualcosa è questo il nostro punto di forza che ci permette di affrontare gli ostacoli con fiducia».
L’ostacolo questa volta si chiama Grosseto, una squadra non facile e piuttosto imprevedibile. Il Varese dalla sua ha i risultati delle partite giocate sabato dalle dirette concorrenti ai playoff: Padova (56 punti), Sampdoria (55) e Brescia (53). «Noi dobbiamo essere lucidi e puntare al nostro obiettivo – continua Maran -. Fino ad ora abbiamo sbagliato poco, ma se vogliamo fare qualcosa che venga ricordato, dobbiamo fare quello che abbiamo fatto fino ad ora. E sapere il risultato dei nostri concorrenti, non ci cambia niente».
La partita contro il Grosseto ( a quota 43 punti) si giocherà lunedì 23 aprile in notturna, alle 20 e 45. Il Varese giocherà con il lutto al braccio per commemorare la morte di Carlo Petrini, ex giocatore scomparso qualche giorno fa, dopo una lunga e dolorosa malattia. Verrà osservato anche un minuto di silenzio per commemorare Piermario Morosini, il calciatore del Livorno morto in campo a Pescara settimana scorsa.
«Giocare di sera – dice Maran – mi piace soprattutto quando inizia il caldo estivo. E’ bello vedere lo stadio illuminato che assume un’atmosfera quasi teatrale. Di sicuro giocherà Bressan in porta».
L’allenatore del Varese, dunque, non vuole sbottonarsi sulla formazione che scenderà in campo contro il Grosseto e non vuole nemmeno accampare scuse per le tante assenze dovute agli infortuni. «Le defezioni a lungo andare – spiega il mister biancorosso – ti possono un po’ danneggiare, però a me non piace fare questo ragionamento perché sembra che voglia mettere le mani avanti, inoltre sminuisce il gran lavoro fatto da chi va in campo che ha sempre fatto bene. De Luca sulla fascia? Sono felice per la sua convocazione nell’under 21, nel Varese sta facendo molto bene, anche se deve imparare a giocare di più per la squadra come ha fatto a Modena, perché se giochi per la squadra alla fine arriva anche il gol».
La società suggerisce ai tifosi di acquistare in prevendita il biglietto della partita per evitare code e ritardi nell’accesso allo stadio. Finora sono stati venduti 1394 biglietti, di cui 14  per il settore ospite.
Varese-Grosseto sarà diretta da Maurizio Mariani di Aprilia; assistenti Christian Bagnoli di Teramo e Simone Di Francesco di Teramo; IV uomo è Dino Tommasi di Bassano del Grappa.

La probabile formazione del Varese: Bressan, Pucino, Grillo, Terlizzi, Troest, Cacciatore, Zecchin, Kurtic, Nadarevic, De Luca, Granoche 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 aprile 2012
Leggi i commenti

Video

Il Varese sarà più “affamato” del Grosseto 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.