Inaugurazione “Piazzale Ivano Campagnoli”

L'inaugurazione sabato 28 aprile: la storia dell'uomo che si oppose allo spostamento di Colmegna a Luino

L’Amministrazione Comunale di Maccagno sabato 28 Aprile alle ore 11, terrà una cerimonia per l’intitolazione del nuovo Piazzale “Ivano Campagnoli”, ricavato lungo la via XXV aprile.
Per quanti non l’hanno conosciuto, ecco un ritratto del Campagnoli, contenuto nella deliberazione della Giunta Comunale nr. 34 del 2 marzo 2012 con la quale si è inteso dare un riconoscimento a persone che si sono particolarmente distinte per le attività a favore della cittadinanza.
Ivano Campagnoli nacque a Crenna di Gallarate (Va) il 25 gennaio 1918 e arrivò a Maccagno nell’agosto del 1937. Impegnato sul fronte bellico nel periodo 1940 – 1943 con il grado di Sergente Maggiore, ottenne a seguito di questo la Croce al Merito di Guerra.
L’11 aprile 1942 si sposò con Maria Vittoria Garoni e dal loro matrimonio nacquero due figlie, Maria Angela ed Erminia. Eletto Sindaco di Maccagno il 27 marzo 1954, restò in carica fino al 23 febbraio 1959.
Persona di sensibilità e grande rigore morale, a lui resta legato al distacco della frazione di Colmegna che dal Comune di Maccagno passò a quello di Luino. Nonostante una fiera battaglia per impedire quel distacco per molti considerato nefasto per il futuro del paese, Il Presidente della Repubblica Giovanni Gronchi con proprio decreto n.1042 del 25 settembre 1955 sancì il definitivo distacco della frazione di Colmegna.
Il 1° novembre 1972 fu assunto in Municipio in qualità di applicato e là svolse il suo lavoro a servizio della collettività fino al 31 gennaio 1983, quando fu collocato a riposo per raggiunti limiti di età. Anche in seguito Campagnoli mantenne intatto il suo legame con il paese, per il quale s’impegnò in una serie di attività sociali a sostegno della Parrocchia di Maccagno inferiore e dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci. La sua passione civile lo spinse a una militanza appassionata e attiva nelle file del Partito della Democrazia Cristiana. Rimasto vedovo il 20 aprile 1991, morì a Maccagno il 21 settembre 2003.”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.