Irpef ferma e IMU limitata, Casorate “comprime” il bilancio

L'assessore De Felice spiega le scelte fatte, all'insegna del contenimento della tassazione

Approvato il bilancio di previsione 2012 del Comune di Casorate Sempione. Come altrove, anche qui gli occhi erano puntati sulle scelte fatte soprattutto sulla tassazione, visto il contributo che lo Stato chiede ai Comuni attraverso l’IMU.

Il Comune ha fissato l’IMU a quota 0,48% per la prima casa e a 0,80% sugli altri fabbricati. Il livello è stato contenuto il più possibile (la quota massima di legge è rispettivamente lo 0.6 e l’1,06%, la minima 0,2 e 0,46): la tassazione porterà in totale 1.278.496 euro, di cui però ben 465.764 andranno allo Stato. Al Comune rimane una quota di 812.732 euro, inferiore quasi del 10% rispetto agli 885.514 euro incassati dall’ICI del 2007, ultimo anno della vecchia imposta. Quanto all’addizionale IRPEF, è confermata allo 0.4% anche per il 2012, senza la correzione “al rialzo” vista in altri comuni. La nuova tassa sui rifiuti (TIA) si riduce del 20% circa.

«Il contesto di partenza, oltre a far i conti con una capacità di spesa/investimento fortemente erosa dall’attuale crisi, è caratterizzato (come siamo ormai abituati dal 2008) dai tagli ormai consolidati (ad esempio i diritti sulla “tassa d’imbarco” a Malpensa) e dalla nuova incognita IMU» spiega l’assessore al bilancio Alessandro De Felice. «Nonostante questo col bilancio 2012, oltre allo sforzo di mantenere costante il livello quali/quantitativo dei servizi e rispettare i parametri imposti dal Patto di stabilità, siamo intervenuti con l’obiettivo di non aumentare la tassazione a carico di famiglie, imprese e commercio. Siamo, anzi, riusciti a diminuirne il carico, ad esempio per la Tariffa Igiene Ambientale grazie al lavoro di ampliamento della base imponibile».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.