La gdf acquisisce documenti nella sede della Lega

Il carroccio: "Visita concordata nell’incontro avuto lo scorso 11 aprile da Roberto Maroni e Stefano Stefani". Ma intanto ha aperto un'inchiesta la corte dei conti

La guardia di finanza ha visitato oggi a sede della Lega Nord di via Bellerio alla ricerca di materiale documentario. In particolare, gli inquirenti starebebro cercando i documenti relativi all’acqusito di diamanti per 300mila euro in totale, che sarebbe stato effettuato dall’ex amministratore Francesco Belsito, nell’ambito della sua gestione dei fondi provenienti dai rimborsi elettorali, per la quale è indagato.
La Lega Nord ha tuttavia affermato, in un comunicato stampa, che si tratterebbe non di una perquisizione ma di una volontaria consegna di documenti da parte dei dirigentid el aprtto agli inquirenti: «Si precisa – recita la nota – che questo pomeriggio non è avvenuta nessuna perquisizione nella sede della Lega Nord di via Bellerio.
La venuta in sede di agenti della Guardia di Finanza era stata infatti concordata nell’incontro avuto lo scorso 11 aprile da Roberto Maroni e Stefano Stefani con i magistrati milanesi: durante questo incontro la Lega Nord aveva fornito la sua piena disponibilità a collaborare con gli inquirenti per fare chiarezza e, in questo senso, aveva dato disponibilità a far acquisire propri documenti contabili, come avvenuto questo pomeriggio.”
E’ una novità la notizia che la Corte dei Conti indaga sui bilanci della Lega Nord. I magistrati contabili hanno aperto un procedimento autonomo rispetto a quello penale e relativo a un presunto danno erariale, partendo dall’ipotesi di truffa ai danni dello Stato.
Nelle stesse ore della visita della Guardia di finanza in via Bellerio erano riuniti Umberto Bossi, Roberto Calderoli e Roberto Maroni per discutere delle prossime iniziative della Lega e delle scadenze in vista delle elezioni amministrative. Oggi si è dimessa l’assessore leghista allo sport della Regione Lombardia Monica Rizzi.
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.