Le mamme ci credono: “Facciamo vivere la scuola di San Salvatore”

Al momento non ci sono abbastanza iscritti alla futura prima elementare: sono in dodici e bisogna arrivare a quindici. Il Comune: «Coinvolta tutta la comunità per cercare una soluzione»

Niente prima elementare nella frazione di San Salvatore? "Ma neanche per sogno" è la risposta dei genitori degli aspiranti alunni di prima elementare nell’istituto "T. Galbani" di Malnate. "La nostra scuola è piccola, ma efficiente e non vogliamo rinunciarci, vogliamo che i nostri figli crescano qui".
Il problema sta nei numeri: mancano tre alunni iscritti alla prima elementare che dovrebbe partite a settembre 2012 per raggiungere il numero minimo di 15 richiesto dal provveditorato. Se gli iscritti non aumentano, la prima sezione rischia di non partire e bambini e bambine dovranno scegliere un’altra delle due elementari di Malnate (o Malnate o Gurone). 
I genitori hanno già incontrato l’amministrazione locale e in particolare l’assessore ai Servizi Educativi Filippo Cardacci che sta seguendo da vicino tutta la vicenda. L’ultima parola, in questo caso, non spetterà però al Comune, ma all’Ufficio scolastico provinciale. Da parte loro, sindaco e assessore lanciano però un appello: la scuola di San Salvatore è parte della comunità di Malnate e quindi possiamo trovare insieme una soluzione. Ovvero trovare altre tre o quattro famiglie che decidano di iscrivere il figlio o la figlia alla prima elementare della scuola Galbani. 
Il tema verrà affrontato a Malnate sia venerdì che sabato. Stasera infatti, venerdì 13 aprile, ci sarà la consulta di San Salvatore a cui parteciparà anche tutta la giunta (l’incontro era già in programma, si discuterà anche di viabilità). Domani, sabato 14 aprile, i genitori e i cittadini manifesterrano invece davanti alla scuola

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 aprile 2012
Leggi i commenti

Video

Le mamme ci credono: “Facciamo vivere la scuola di San Salvatore” 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.