Le sculture rosse sono arrivate in città

Sono state posizionate in piazza Monte Grappa e sul campanile di San Vittore le grosse opere di Giuliano Tomaino

L’allestimento è iniziato alle prime ore del mattino. Intorno alle 7.30 di venerdì 13 aprile è stato issato sul campanile di San Vittore il grande cimbello di Giuliano Tomaino che veglierà insieme a quello posizionato sul balcone della Camera di Commercio sulle grandi sculture rosse allestite in piazza Monte Grappa fino a giugno. La mostra Sculture rosse in città e I conti del carbonaio a cura di Mario Botta e Laura Orlandi sono l’evento espositivo del 2012 organizzato e promosso dall’Associazione Parentesi, dal suo Presidente Alberto Lavit e realizzata grazie al contributo di privati (Ficep e Ubi Banca).
Le grandi sculture in ferro, stilizzate, ricordano figure legate all’infanzia e cercano un dialogo con la città e chi la vive: adulti, bambini, anziani, appassionati d’arte e non. La pioggia di questi giorni ha dato qualche ora di tregua e le opere, partite nella prima mattina da La Spezia, città natale dell’artista, sono state allestite grazie all’aiuto di una gru poiché giungono a pesare fino a 400 km. L’inaugurazione della mostra allo Spazio Lavit è in programma sabato 14 aprile alle 17.00.
 

Galleria fotografica

Le sculture rosse sono arrivate in città 4 di 17
di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 aprile 2012
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Le sculture rosse sono arrivate in città 4 di 17

Galleria fotografica

Sculture rosse in città 4 di 8

Galleria fotografica

Una colomba rossa sul campanile 4 di 7

Galleria fotografica

La città rossa 4 di 20

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.