Lega Nord sul bilancio:”Troppi sacrifici, scelte da rinviare”

Lavori in comune e pista ciclabile, il capogruppo leghista Mirko Zorzo esterna le prime considerazioni in preparazione al consiglio comunale chiamato a votare il bilancio di previsione

«Si presenta uno scenario molto pesante per la cittadinanza. Da parte della giunta vedo entusiasmo e voglia di fare, ma quello che servirebbe adesso è una politica più contenuta».
Nelle scelte che la maggioranza albizzatese si appresta ad approvare con la redazione del bilancio preventivo molto è da rivedere o sicuramente da rinviare, dice Mirko Zorzo, ex assessore comunale ora consigliere di minoranza e capogruppo della Lega Nord.
«Il bilancio pensato dalla maggioranza non ci soddisfa». Zorzo ha ritirato e sta studiando tutta la documentazione in preparazione del consiglio comunale di stasera, quando ci sarà l’approvazione del bilancio per il 2012.
«Con la situazione che i cittadini si trovano ad affrontare fra aumenti della benzina, dell’Iva e del costo della vita – spiega Zorzo -, a nostro parere la maggioranza sta facendo scelte che andranno ulteriormente a pesare sui cittadini imponendo ancora nuove tasse».
In particolare il consigliere ce l’ha con la quota fissata per Imu (5,5 per mille prima casa e 9,6 per mille per le seconde) e l’addizionale Irpef (0,8%). «Pensiamo che si dovrebbe rimandare alcune scelte che l’amministrazione sta facendo per ridurre queste due tasse – spiega Zorzo -. Mi riferisco in particolare ai 70mila euro che pensano di stanziare per i lavori all’interno della sede comunale e i 55mila per la realizzazione della pista ciclabile. Sono scelte che si fanno per dare risposta a promesse elettorali, interventi importanti ma non prioritari in questo momento».
L’opposizione leghista si muove anche su altre modifiche che verranno introdotte, in particolare sulla revisione di molte tariffe. «Chiederemo sicuramente una riduzione della proposta di rialzamento delle tariffe legate ai servizi a domanda individuale – spiega Zorzo – c’è per esempio la tariffa per l’uso della tensostruttura da 35 euro l’ora passa ora a 60; il pullman scolastico che passa da 41 euro a trimestre a 80. Sono tutte tariffe che noi avevamo cercato di tenere basse».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.