Lucia Uva chiede i danni

Citati poliziotti, carabinieri e anche medici del tso e il sindaco, nella richiesta risarcitoria che la sorella dell'uomo morto dopo una notte in caserma ha spedito alle parti

Lucia Uva, sorella di Giuseppe, ha citato per danni tutti i poliziotti e carabinieri che la notte del 14 giugno 2008 erano in caserma, quando venne fermato il fratello.
Gli avvocati della donna hanno anche citato i due medici che intervennero per il tso, la prefettura di Varese, il ministero dell’interno, quello della difesa, la prefettura, e anche il sindaco di Varese Attilio Fontana. La richiesta è stata indirizzata in virtù della morte di Giuseppe Uva, e del fatto che tutte queste persone avevano ruoli di responsabilità nella custodia dell’uomo.  

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.