Maroni in piazza San Magno: “Mai tangenti alla Lega”

Il leader in pectore del Carroccio a sostegno della candidatura di Gianbattista Fratus davanti a 300 militanti ha attaccato i media sulla questione delle tangenti al partito e il governo Monti, definendolo "meridionalista"

Comizio in piazza San Magno a Legnano davanti a circa 300 militanti, ieri sera (giovedì) per Roberto Maroni, candidato numero uno alla successione a Bossi in casa Lega Nord. Il principale esponente del partito del Carroccio ha lanciato la candidatura a sindaco di Gianbattista Fratus, già vice-sindaco con la precedente giunta Pdl-Lega guidata dal sindaco uscente Lorenzo Vitali. Dopo un breve discorso introduttivo sul programma da parte del candidato, Maroni ha parlato della situazione nazionale del partito, toccando la vicenda delle presunte mazzette in Finmeccanica, annunciando una querela nei confronti di chiunque dirà che la Lega Nord ha intascato tangenti e ha attaccato il governo "Dracula-Monti" come lo ha definito lo stesso Maroni, definendo questo governo più meridionalista di quello di De Mita. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.