Muoviamoci insieme per il lavoro dell’Alto Varesotto

Non dimenticare i cittadini senza lavoro ed adoperarsi per il rilancio del territorio: questi i temi del documento condiviso dai Sindaci della zona montana del Varesotto

lavoro fotoLa costituzione di un Tavolo di lavoro regionale permanente sulla questione dell’occupazione nel nord della provincia di Varese è il fulcro del documento, redatto durante l’incontro di mercoledì sera a Cassano Valcuvia ed inviato a tutti i sindaci della Comunità montana Valli del Verbano e Piambello. L’occasione è la chiusura della Materis Paints, annunciata la scorsa settimana, ma il tentativo è quello di fronteggiare la grave e inesorabile crisi economica che sta colpendo, da oltre un decennio, il territorio della fascia prealpina al confine con il Canton Ticino.
I presidenti delle due Comunità montane Marco Magrini e Maria Sole De Medio hanno manifestato la massima preoccupazione per la situazione lavorativa ed economica. Oltre alle numerose imprese che negli ultimi anni hanno lasciato senza reddito decine di famiglie, resta la questione, ancora irrisolta, del ristorno frontalieri. La situazione è oltremodo allarmante quando si pensa che la Materis Paints non ha alcun tipo di calo produttivo: la scelta di preferire uno stabilimento ad un altro è dovuta a ragioni logistiche e strategiche.
L’idea del tavolo di lavoro è stata proposta direttamente dell’Assessore regionale Raffaele Cattaneo durante l’incontro di mercoledì. I Sindaci chiamati a sottoscrivere il documento manifestano la massima disponibilità ad attivare percorsi condivisi con Regione e Provincia, affinché le problematiche di questo territorio non vengano accantonate.
L’impegno di tutte le istituzioni deve essere quello di monitorare la situazione socio-economica del territorio dell’Alto Varesotto e definire una strategia per un concreto sviluppo economico dell’area. Sul fronte Materis Paints le richieste sono precise: adoperarsi per una riqualificazione dell’impianto, aprire una proficua discussione sulle ragioni della chiusura, considerati gli indiscutibili risultati qualitativi e quantitativi, dilazionare i tempi di trasferimento o licenziamento, tutelare della dignità professionale dei lavoratori.
Oltre all’impegno di Sindaci, Provincia e Regione, la comunità locale ha dimostrato la massima attenzione al problema della Materis Paints. La compagnia Teatro Periferico metterà in scena, in occasione del Primo Maggio, un’opera sui temi di licenziamento e disoccupazione; il ricavato verrà interamente devoluto ai lavoratori ed alle loro famiglie. Altre iniziative simili stanno prendendo forma in questi giorni con la volontà di non abbandonare e dimenticare i propri concittadini.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.