Nuovo commissariato, un anno fa la consegna delle chiavi ma è tutto fermo

Sinistra Ecologia Libertà torna sul caso della ristrutturazione dello stabile di via Ugo Foscolo dove dal 1° gennaio 2012 si sarebbero dovuti insediare gli agenti attualmente in via Candiani

Ormai è passato quasi un anno dalla simbolica cerimonia di consegna delle chiavi al primo dirigente del commissariato di Busto Arsizio Giovanni Broggini da parte di un raggiante Gigi Farioli e da una sorridente Paola Reguzzoni, presidente di Agesp Servizi, ma nell’edificio di via Ugo Foscolo, che avrebbe dovuto ospitare i nuovi uffici degli agenti bustocchi, non si è ancora mossa foglia. Tutto fermo, nessuna recinzione, nessun segno di vita e Sinistra Ecologia Libertà ne approfitta per presentare un’interrogazione e smuovere le acque silenziose e piatte intorno alla questione:  «Quando vennero consegnate le chiavi al dirigente fu indicato, nella data del 1° gennaio 2012, il giorno dell’insediamento e della conseguente consegna alla città della nuova sede del commissariato di Busto – chiede il consigliere Marco Cirigliano - fu detto che l’opera per la metà del suo importo, calcolato tra € 700.000,00 e € 1.000.000,00, sarebbe stato finanziato dalla Provincia di Varese (tramite i fondi per l’inceneritore Accam) e i lavori sarebbero dovuti iniziare dal giorno seguente la consegna delle chiavi e quindi dall’8 maggio 2011. Che cosa è successo?».

Paola Reguzzoni, interrogata a settembre dello scorso anno in commissione sullo stesso problema, parlò allora di problemi burocratici dovuti alla mancata firma del rogito da parte di Enel e Amministrazione comunale mentre il progetto di ristrutturazione era ancora al vaglio del Ministero dell’Interno. Dopo quelle delucidazioni, comunque, non vennero forniti ulteriori dettagli nei mesi successivi ma, vista la situazione nello stabile di via Foscolo (la foto è di ieri, ndr) si può dire che l’impasse burocratica non è stata ancora superata. La risposta potrebbe arrivare dal prossimo consiglio comunale se si arriverà alla discussione dell’interrogazione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.