Orgoglio Tradate, impresa Cislago

La Grima strappa il derby a Castellanza dopo il tie break, Villa Cortese e Cistellum tornano a sperare nella salvezza grazie ai 3-2 su Vigolzone e Mondovì. Due punti anche per la Yamamay

Il campionato di Tradate e Castellanza è finito da tempo, ma le due squadre lo onorano fino in fondo con un derby da 2 ore e 20: partita magari da dimenticare sul piano tecnico, ma vissuta con agonismo e intensità anche sugli spalti. La spunta al tie break una Grima incerottata, che perde anche Garzonio a partita in corso ma rimonta dal 10-13 nel set decisivo. L’obiettivo ce l’aveva eccome Villa Cortese, che si conferma “ammazzagrandi” e tiene accesa la fiammella della speranza battendo Vigolzone per 3-2; stesso risultato, in B2, anche per Cislago, che come all’andata supera Mondovì (ma non torna in zona salvezza). Ne approfitta solo in parte la Yamamay, che torna da Alba con due punti dopo l’ennesimo 3-2 di giornata.

Grima Tradate-Gobbo Allestimenti Castellanza 3-2 (25-20, 21-25, 20-25, 25-15, 16-14) – Confusione, errori, infortuni, emozioni: c’è proprio tutto nel derby di Tradate. Padrone di casa senza Arnoldi e Fasoli, sostituite da Cortellezzi (nella foto) e Perinetto, mentre Castellanza ripresenta in regia Rossetti (che però dopo pochi punti lascia il posto a Rizzelli) e al centro Sala. Nel primo set Tradate si stacca subito sul 7-4, allunga 11-5 con un ace di Cortellezzi e resiste ai tentativi di rimonta avversaria (16-12, 22-15) fino al 25-20 di Causevic. Sempre la numero 10, con due ace, permette alla Grima di rimontare dal 3-7 al 10-7 nel secondo set; avanti 17-13, Tradate subisce però un controbreak di 0-6 e alla fine, dal 21-22, capitola con un attacco e due ace di Angeli. Tragicomico l’inizio del terzo set: si va sul 7-8 con 8 errori tradatesi e nessun punto di Castellanza! Poi la squadra di Saja prende il volo con la battuta di Volpi (14-11), ma sul più bello si fa ancora riprendere e scavalcare: dal 19-16 al 19-24, protagoniste Ballardini, Sala e Vigato, entrata al posto di Cagnoni. In mezzo c’è pure l’infortunio di Garzonio (forte contusione a un dito, si spera senza conseguenze): al suo posto Brogliato.
Tradate reagisce con un quarto set quasi perfetto: nessun errore in attacco e sul 12-10 arriva il break decisivo, ancora sulla battuta di Volpi. Fasoli firma l’ace del 21-14, Moraghi sbaglia la battuta ed è tie break. Qui parte meglio ancora la Grima con Cortellezzi (5-2), ma Castellanza recupera e al cambio di campo è avanti 6-8 con l’ace di Trezzi. Sul 10-13 due attacchi di Massara e due errori avversari regalano il match point a Tradate; Volpi sbaglia la battuta, ma l’attacco out di Angeli dopo uno scambio-fiume vale una seconda chance e Fasoli mura Vigato per il 16-14. Molto bene Massara (40% in attacco), la solita Causevic ma anche la giovane Cortellezzi, mentre Castellanza è trascinata da Ballardini (41%).
“Difficile giocare senza stimoli – commenta Mia Causevic – ma noi ci mettiamo la buona volontà andando anche oltre il dolore fisico. Siamo state brave e tanto cocciute, i risultati sono al di là delle nostre aspettative considerando l’età delle ragazze. Abbiamo giocato 2 ore e 20? Quanto?” chiede la schiacciatrice prima di buttarsi sorridendo a terra…
TRADATE: Sghedoni 8, Cortellezzi 13, Moda 8, Perinetto 3, Massara 16, Causevic 25, Garzonio (L), Volpi, Fasoli 2, Arnoldi, Baldone, Brogliato (L). All. Saja.
CASTELLANZA: Rossetti 1, Cagnoni 5, Moraghi 4, Sala 8, Ballardini 18, Angeli 10, Citterio (L), Trezzi 2, Vigato 6, Rizzelli 3. N.e. Costantini. All. Maiocchi.

GSO Villa Cortese-Rolleri Vigolzone 3-2 (25-21, 19-25, 21-25, 25-21, 15-8) – Ancora un Villa Cortese grande con le “grandi”: dopo il successo sulla capolista Ornavasso arriva anche il 3-2 con la terza in classifica. Risultato che lascia un po’ l’amaro in bocca perché, dopo un primo set vinto in rimonta dal 19-21 e il secondo perso nettamente, nel terzo le biancoblu erano avanti 21-17 prima che la battuta sbagliata da Ferrara innescasse un parziale di 0-8 in favore delle emiliane. La squadra di casa, trascinata da una straordinaria Sylla, reagisce comunque bene e chiude il quarto set sul 25-21 dominando poi il tie break (5-2, 10-6). Si riapre il discorso salvezza, con l’incognita però del prossimo weekend, quando molte ragazze della B1 potrebbero essere “precettate” dalla prima squadra per un torneo post-season.
VILLA: Di Pinto 1, Colombo 9, Danesi 10, Figini 7, Sylla 34, Bordignon 17, Parrocchiale (L), Dall’Ara, Ferrara. N.e. Costenaro. All. Galimberti.

Progetto Volley Orago-Campagnola Idea Volley 0-3 (24-26, 23-25, 20-25) - Anche senza Napodano, impegnata nelle finali provinciali Under 14, Orago impegna fino all’ultimo Campagnola. Nel primo set c’è da mangiarsi le mani per la squadra di Moscato, che va avanti 24-22 ma non riesce a chiudere e si fa beffare ai vantaggi; nel secondo il punto a punto finale premia ancora Campagnola (23-25), mentre nel terzo le varesine recuperano addirittura dal 13-18 al 20-20, ma poi si bloccano e non vanno oltre. 
ORAGO: Di Maulo, Bottino, Redaelli, Filippin, Gamba, Garbarini, Varone(L), Ruben, D.Peonia, S.Peonia, Ardo (L). All. Moscato.

Girone A –
Risultati e classifica
Girone B – Classifica: Breganze, Flero 59; Cadelbosco 55; Cerea 40; Padova 38; Saonara 36; Foppapedretti 33; Porcia 32; Rimini 31; Campagnola 29; Udine 28; Forlì 26; San Donà 16; ORAGO 1.

B2 FEMMINILE – Quando incontra Mondovì, il Cistellum Cislago vede davvero rosso: all’andata le cislaghesi avevano strappato una clamorosa vittoria al tie break in Piemonte, al ritorno si ripete il 3-2 (25-22, 25-15, 22-25, 22-25, 15-13) che interrompe una serie di 7 sconfitte consecutive per le varesine. Il paradosso è che il successo, maturato proprio all’ultimo dopo che le padrone di casa si erano fatte rimontare due set di vantaggio e nel quarto erano rimaste in partita fino al 22-22, potrebbe non bastare: la vittoria di Acqui e il punto conquistato da Alba portano Cislago a meno due della salvezza. “Purtroppo paghiamo una situazione in cui molte giocatrici hanno problemi fisici – spiega Massimo Carnelli – e i tantissimi impegni, anche in Under 18, non ci permettono di recuperare al meglio. Stavolta speravo di fare bottino pieno, ma dal terzo set un calo fisiologico; comunque una delle migliori prestazioni del girone di ritorno. La squadra ha reagito e ha saputo far bene quando contava”.
Del risultato avrebbe potuto approfittare la Yamamay Pro Patria, che però riesce a rosicchiare soltanto un punto a Mondovì con il faticoso 2-3 (25-21, 22-25, 21-25, 25-16, 7-15) conquistato ad Alba. In settimana la squadra di Lucchini si era vista rigettare il ricorso relativo allo scontro diretto proprio con Mondovì, vinto dalle piemontesi grazie a un punto non segnato a referto. Nel girone C, intanto, continua il calvario della Focol Legnano, che subisce l’ennesimo 3-0 sul campo della Protecma San Vitale: i parziali (25-10, 25-11, 25-14) parlano di una partita a senso unico, e dicono che per le biancorosse sarà davvero dura sbloccare la propria classifica nelle ultime tre giornate di campionato.

Girone A – Risultati e classifica
Girone C – Classifica: Desio 58; Volta Mantovana 46; Rovereto, Trescore 45; Montecchio 42; Brescia 38; Monticelli 35; Bolzano 34; Trento 33; Meda 32; Aspes Cus 29; Brembate 25; San Vitale 21; LEGNANO 0.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.