Palaghiaccio, entro un mese ripartiranno i lavori

Lo annuncia il vice-presidente della Provincia Gianfranco Bottini: "Abbiamo assegnato i lavori per la copertura del tetto", con un'altra gara verranno affidati i lavori di completamento. A giugno si inaugura il nuovo liceo artistico

«Il Palaghiaccio non diventerà una cattedrale nel deserto, tra un mese (metà maggio, ndr) inizieranno i lavori per la copertura del tetto». Il vice-presidente della Provincia Gianfranco Bottini annuncia che sono stati assegnati ad un’impresa i lavori per la copertura della struttura dopo il ritiro, nel dicembre scorso, dell’impresa Steda che aveva vinto la gara d’appalto per la sua realizzazione ma non ha avuto la forza economica necessaria per completarli. Bottini rassicura i tanti bustocchi che, giustamente, cominciavano a porsi delle domande sulla fine che avrebbe fatto lo scheletro di cemento realizzato e abbandonato dall’impresa e che si presenta agli occhi di chi lo guarda come uno spettro destinato a rimanere incompiuto, come la stazione degli autobus a qualche centinaio di metri o come il palazzo che fa brutta mostra di sè nella zona dei Cinque Ponti da decenni e che nessuno vuole acquistare e completare. 

«Con questa gara, intanto, portiamo a compimento la copertura per preservare l’intera struttura – commenta l’esponente bustocco a Villa Recalcati – c’è voluto un po’ di tempo per definire le regole per la gara d’appalto. Chiediamo un po’ di pazienza ai cittadini perchè prima dell’inizio dei lavori ci vorrà ancora qualche settimana per una verifica ulteriore delle credenziali dell’impresa che si occuperà dei lavori». Subito dopo, assicura Bottini, partirà la gara per il completamento della struttura. 

Intanto sono in dirittura d’arrivo i lavori per il nuovo liceo artistico di via Manara. Anche qui non senza ritardi e per lo stesso problema sorto al Palaghiaccio, il fallimento della ditta che in principio aveva vinto la gara provinciale: «La struttura sarà completata in tempo per il nuovo anno scolastico – assicura Bottini – e già ad inizio estate la inaugureremo per non essere d’intralcio ai lavori di arredamento che dovranno essere completati entrola fine di agosto». I ragazzi del Candiani, dunque, potranno spostarsi dalle due sedi attuali per prendere possesso della nuova scuola a partire da settembre. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.