Pinti (Lega): “Omaggi a Van De Sfroos”

Concerto dell'artista comasco e striscione di benvenuto del partito padano. Il segretario cittadino lo ringrazia

Davide Van de Sfroos arriva a Varese e la sezione della Lega Nord lo accoglie con uno striscione che recita “Ociu fioe la Fornero l’è una stria…” – parafrasando la canzone “Nona Lucia” – e sotto un “Benvenuto Davide” in vista del concerto di questa sera.

«Van de Sfroos non è leghista – tiene a precisare il segretario della sezione varesina del Carroccio Marco Pinti – casomai è laghista, come spesso si è definito lui stesso. Tuttavia ci è sembrato doveroso rendere omaggio ad un artista che ha tracciato il solco di come si difendono veramente le tradizioni locali. Le tradizioni – prosegue Pinti – non devono relegarsi nella naftalina di un dizionario dei bei tempi andati, ma servono per guardare avanti e Van de Sfroos, trattando in lingua locale argomenti di tutti i giorni, ha indicato la rotta da seguire, oltre ad aver sostanzialmente resuscitato una lingua che sembrava destinata all’oblio». 

Quanto al messaggio contro il ministro Fornero, Pinti puntualizza come “sia dovere del Movimento, ma
credo di ogni persona che si ritenga libera, denunciare l’assalto alla democrazia che stiamo subendo da
parte dei burattini di Bruxelles”.

L’occasione per una provocazione che smuova qualche coscienza assopita ed un omaggio ad un cantautore che è da tempo un icona per il mondo leghista, con o senza tessera.

«L’unico difetto di Van de Sfroos non è l’avere o meno la tessera della Lega, gli artisti non dovrebbero
mai intrupparsi in organizzazioni politiche, casomai un problema per noi può essere il suo certificato di
nascita comasco – ironizza il segretario cittadino- un peccato originale a cui si potrebbe porre rimedio
attribuendogli la cittadinanza onoraria di Varese. Lo proporremo al sindaco». 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.