Porro: “Basta mistificare, Sabba non è obiettivo su Elcon”

Il capogruppo in consiglio di "Città Libera" definisce le considerazioni dell'esponente del comitato Valle Olona Respira tese a creare confusione: "Siamo stati trasparenti e coerenti sul progetto di impianto per i reflui chimici"

 Il caso Elcon continua a macinare commenti da parte delle diverse parti in causa. Questa volta a rispondere a Matteo Sabba del comitato "Valle Olona Respira" è Paolo Porro, capogruppo della lista di maggioranza "Città Libera" in consiglio comunale a Castellanza.

Dopo aver letto l’articolo da voi pubblicato (Sabba: "Sento rumore di chi tenta di arrampicarsi sugli specchi”), non posso non astenermi dal rilevare come le conclusione tratte dal sig. Sabba siano esclusivamente tese ad alimentare un clima di confusione e tensione e ad attaccare la persona del Sindaco. Soprattutto si basano solo su parziali visioni di quanto sta accadendo ovvero solo su quegli elementi che fanno comodo; non è la prima volta che le affermazioni fatte dal sig. Sabba vengono rettificate e riportate alla realtà: ne è testimonianza il fatto che anche lo stesso Giuseppe Anselmo, dirigente nazionale della Giovane Italia, ha dovuto rettificare e correggere alcune sue affermazioni.
Per questo, come capogruppo dell’attuale maggioranza Castellanzese, mi sento in dovere di ripristinare la chiarezza su alcuni punti dell’articolo citato poc’anzi.

In primis la discussione preventiva su di un ipotesi di progetto, è stata promossa proprio dal Sindaco e dell’amministrazione castellanzese, seguendo trasparentemente alcuni passi precisi: primo passaggio in una seduta standard di commissione territorio (27/01/2012) per informare in via immediata i rappresentanti della cittadinanza, secondo passaggio in una commissione più allargata (07/03/2012) in cui, a differenza di quanto si dice, sono state invitate anche tutte le amministrazioni interessate; ne è la prova il fatto che il sindaco di Marnate era presente e, se non ricordo male, ha effettuato un intervento inerente al depuratore consortile. I verbali di quanto sto affermando sono a disposizione di tutti i cittadini, per una lettura di quanto realmente è avvenuto ed è stato affermato.

Andando avanti, si afferma come il Sindaco di Olgiate “ha veramente dimostrato per due volte di considerare importante l’opinione degli olgiatesi”; chiaramente nulla viene riportato delle dichiarazioni del dott. Farisoglio che, durante la conferenza stampa del 16/04/2012, ha affermato come, in qualità di Sindaco di Castellanza, è rappresentante della volontà popolare e non può non tener conto in conferenza dei servizi di eventuali firme che saranno raccolte dal neonato comitato, qualunque sia il numero di tali firme. Anche in questo caso, quanto sto affermando può essere accertato da tutti, in quanto la conferenza stampa è pubblicata mediante tre video al link “http://www.castellanzaonline.it/news/4/528/
Mi soffermo solo brevemente sul discorso dell’interrogazione presentata in Regione Lombardia: la superficialità con cui è stata presentata è evidente dalla risposta ricevuta (“non è stata ancora presentata un’istanza per il progetto in oggetto”,”il coinvolgimento di ARPA è comunque previsto”): a queste conclusioni si è giunti da almeno 2 mesi! Credo che la cartina di tornasole di quanto e quali dei nostri rappresentanti in regione siano realmente legati al territorio sarà solo quando il progetto sarà realmente presentato!

Da ultimo, vorrei rilevare come le preoccupazioni della cittadinanza e della Valle, sono anche quelle di noi Consiglieri e rappresentanti delle due anime che compongono la maggioranza castellanzese (“la Città LIBERA” e “Lega Nord”) e che nessuno di noi, rispetto a quanto si dice, ha già preso una posizione favorevole verso l’impianto o è sponsor della società proponente; in un comunicato datato 23/03/2012 (reperibile sul seguente blog http://lacittalibera.blogspot.it nonché sul sito istituzionale del comune http://www.castellanza.org/news/17/42/3637/) gli esponenti della lista civica (non solo consiglieri ma anche cittadini castellanzesi che non rivestono cariche istituzionali) hanno voluto esprimere nero su bianco il proprio parere; ecco alcuni dei punti: “Vogliamo analizzare con estrema attenzione quali e quante saranno le emissioni dell’impianto; Vogliamo un approfondimento sulle modalità di trasporto delle sostanze in entrata e uscita; La salute dei cittadini e la protezione dell’ambiente sta a cuore anche a noi che viviamo, abitiamo, lavoriamo e condividiamo gli affetti familiari e di amicizia in questa “anche nostra” Castellanza”. Questo è il pensiero della maggioranza: tutto il resto sono fantasie!
Spero si comprenda come il mio intento non sia quello di attaccare alcun individuo o cittadino, ma di porre chiarezza su alcune situazioni, documentando ove possibile, in modo da evitare di distorcere la realtà ad usi e consumi personali.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.