Raccolta differenziata: la Provincia dà ai comuni l'”aiutino”

L'obiettivo del 65% di raccolta differenziata, anche per una provincia che si classifica 11esima in italia, è duro. Ad agevolarla ci pensa l'ente con bandi, contributi e un modello di comportamento a cui regolamentarsi

Un modello comune, che possa aiutare i comuni del varesotto a raggiungere il fatidico obiettivo del 65% di raccolta differenziata che una normativa europea ci chiede prima dello scadere dell’anno 2012.  E’ questa la soluzione che Provincia propone ai comuni che vogliono migliorarsi per raggiungere più velocemente questa media: accostando al modello da seguire anche degli aiuti economici per far partire il "circolo virtuoso".

«Anche in una provincia virtuosa come la nostra sulla questione rifiuti, non è una domanda retorica chiedersi “come differenziamo?”- spiega Luca Marsico, assessore provinciale alla Tutela ambientale, Ecologia ed Energia – . Da tempo, infatti, abbiamo affrontato la questione analizzando tutte le problematiche emerse e trovando ad ognuna una risposta. Le soluzioni sono contenute nel modello omogeneo di raccolta, stilato dall’Osservatorio provinciale rifiuti».

Un modello, però, che non può essere imposto dall’ente: «La Provincia non può farlo applicare su tutto il territorio, poiché a regolare l’argomento sono i singoli comuni – continua Marsico –  Così abbiamo deciso di passare al sistema dell’incentivo. Abbiamo adottato il sistema del bando, con un contributo economico per quelle realtà che decidono di adottare tale sistema».

La prima risposta è stata positiva: al primo bando – che si è chiuso il 19 febbraio scorso –hanno partecipato 19 comuni della provincia, per un bacino di utenza pari a 261 mila abitanti circa. Quasi un terzo degli abitanti totali in provincia. «E’ evidente che per raggiungere i traguardi fissati anche nel Piano Rifiuti però occorre chiarezza, e soprattutto che questo modello unico venga adottato da tutti e 141 comuni della nostra provincia – ha concluso Marsico – Fare chiarezza significa inoltre dare le giuste risposte ai nostri cittadini, che, come dimostrano le percentuali già raggiunte, hanno dimostrato di essere i primi alleati per la buona riuscita della raccolta differenziata».  

Per ora i comuni che hanno superato il 65% di differenziata sono 47; 82 quelli che hanno superato la soglia del 60%; 59 invece sotto il 60% ma sopra il 50% e solo 10 devono ancora raggiungere il 50 per cento di raccolta differenziata.

Questi i 19 comuni che hanno aderito al modello comune della provincia:

Arcisate
Bisuschio
Busto Arsizio
Caronno Pertusella
Caronno Varesino
Cassano Magnago
Castelseprio
Gorla MInore
Induno Olona
Lonate Ceppino
Marnate Olgiate Olona
Origgio
Sesto calende
Somma Lombardo
Tradate
Uboldo
Venegono Inferiore
Venegono Superiore

Il bando completo con le richieste del modello unificato e i contributi ai comuni 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.