“Raus!”, le parole forti del sindaco contro Equitalia

Il comune revoca la riscossione alla società statale e diffonde un aspro comunicato col titolo in tedesco

Buon gusto e politica si rincorrono nell’ultima iniziativa del comune di Morazzone. L’amministrazione ha diffuso oggi un comunicato stampa per motivare la decisione di estromettere dalla riscossione comunale la società Equitalia, giudicata inefficiente e vessatoria.
Per sottolineare meglio la perentorietà della decisione, intitola il comunicato “Equitalia Raus”. Raus vuole dire “fuori” in tedesco, ma come mai l’amministrazione usa la lingua di Goethe? «Non c’è nessun motivo in particolare – afferma il sindaco – l’ha fatto l’addetta stampa, era così, per dare un titolo forte». Avevamo capito.

Nella Ortschaft (paese, villaggio) di Morazzone d’altronde i residenti che parlano tedesco sono ovviamente una ristrettissima minoranza.

La Vertreibung (cacciata) di Equitalia è stata decisa il 26 aprile con una delibera di giunta. Il sindaco è molto critico: «Non si può morire di tasse. L’approccio che questa società ha avuto nei confronti dei contribuenti è inaccettabile. Io rappresento i miei cittadini e devo garantire l’interesse della mia Comunità. Equitalia qui non è gradita. Non li vogliamo!», afferma Matteo Bianchi.

Ausfall (esito) della vicenda? «Avremo un risparmio di 9.000 euro annui che servirà ad evitare ulteriori aggravi di imposte ai cittadini – afferma Bianchi – già super tartassati da questo Stato vampiro. Inoltre, gestendo autonomamente la riscossione delle imposte locali attuali e pregresse, si eviteranno i fenomeni delle cartelle pazze, pignoramenti insensati, interessi folli e terrorismo mediatico stile Monti/Befera. Chiaramente i tributi locali vanno pagati, ma l’amministrazione pubblica non deve essere la dittatura delle tasse».

E infine, un wunsch (desiderio, richiesta): «Mi auguro che tutti i Comuni seguano questo esempio», conclude il Sindaco Matteo Bianchi, che auspica insomma un “Raus!” corale dalla Sicilia alle Alpi.
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.