Rifiuti, con Modus Riciclandi “più rispetto, meno impatto”

Due mostre e un laboratorio al Chiostro di Voltorre per sensibilizzare grandi e piccoli. Mercoledì 4 aprile l’inaugurazione

Primavera e estate 2012 all’insegna del riuso creativo, grazie a “Modus Riciclandi – più rispetto, meno impatto”, il progetto della Provincia di Varese che promuove due mostre e un laboratorio al Chiostro di Voltorre.
Tre le iniziative realizzate in attuazione degli interventi previsti dal Piano Integrato Transfrontaliero Italia – Svizzera “Rifiuti” 2007-2013 (P.I.T.), siglato al fine di adottare una gestione congiunta del corretto smaltimento dei rifiuti nei territori della Provincia di Varese e del Canton Ticino.
 
Alla mostra “Ri come…” che esporrà le sculture degli artisti Enrico Casmirri e Mariano Peroni, si aggiungono il laboratorio “Aspettando ReMida” – che si serve di materiali derivanti dalle rimanenze della produzione industriale e artigianale per coinvolgere bambini e adulti alla sostenibilità ambientale – e, infine, la mostra “Minimalia, mirabilia – meditazioni su scarti e residui”, sintesi del percorso professionale di Paolo Guidotti.
 
 «Tre progetti frutto di un accordo tra il mio assessorato, quello al Marketing Territoriale e quello alla Formazione Professionale e Istruzione, stipulato in collaborazione con le Associazioni Amici del Chiostro di Voltorre e Altrementi, che vogliono sensibilizzare i ragazzi evidenziando le possibilità di riutilizzo dei materiali di scarto, donandogli nuova vita ed impreziosendoli grazie al conferimento di una nuova finalità artistica», ha spiegato Luca Marsico, assessore alla Tutela Ambientale, Ecologia ed Energia.
«Un’idea più che positiva soprattutto per la location scelta – ha aggiunto l’assessore al Marketing Territoriale Francesca Brianza – che non causerà modifiche nella programmazione artistica del Chiostro, ma solamente una riorganizzazione degli spazi».
A sottolineare questo aspetto è intervenuta anche Caterina Carletti (foto), direttrice dell’associazione Amici del Chiostro di Voltorre a cui è affidata la gestione del luogo, che ha parlato di “Modus Riciclandi” come di «una stimolante provocazione in vista di un apertura verso un campo che esula da una prospettiva meramente culturale, permettendo quindi di rispondere in maniera più ampia alle aspettative del pubblico, oltre che di avvicinare i ragazzi all’arte grazie alla stimolo che i prodotti di scarto posso fare alla creatività».
 
Mercoledì 4 aprile, al Chiostro di Voltorre in piazza Chiostro 23 a Gavirate, l’inaugurazione delle tre attività.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.