Saronno ko, ma nulla è perduto

I biancoblu si arrendono a Torino nel primo di tre scontri diretti per la qualificazione ai playoff. Volata finale per la salvezza in serie C: la William parte dall’ultimo posto ma può ancora farcela

Resta a bocca asciutta Saronno, che perde in quattro set lo scontro diretto per il secondo posto con Torino: sconfitta che brucia ma che lascia ancora aperto il discorso playoff, visto che nelle ultime giornate Sant’Anna (l’altra rivale diretta dei biancoblu) dovrà affrontare prima la capolista Mondovì e poi la stessa Saronno in una sfida probabilmente decisiva. In serie C, invece, continua la bagarre per evitare la retrocessione: gli equilibri in classifica sono immutati, con la William sempre ultima e Laveno che conserva i suoi due punticini di vantaggio. Molto dipende dalla prossima giornata, in cui tutte le concorrenti possono recuperare punti sulla quintultima. Vicinissima all’obiettivo la Pro Patria Busto dopo il 3-2 sul campo di Garlasco.

Tuninetti Pneumatici Torino-Pallavolo Saronno 3-1 (25-22, 16-25, 25-18, 25-20) – Il primo dei tre scontri d’alta quota che decideranno il destino di Saronno si chiude con un meritato successo di Torino, che cambia marcia a metà gara e chiude l’incontro a suo favore. I saronnesi partono con Gerbella e Cecchini al centro, formazione titolare per i padroni di casa; Torino inizia meglio (6-3, 10-6) ma Saronno rosicchia qualche punto e pareggia sul 12-12 con Monni. Si gioca punto a punto (15-16) fino al 20-20, quando Cassina piazza l’allungo decisivo e i piemontesi chiudono 25-22. Grande la reazione biancoblu nel secondo set: subito 6-8 con Bagatin, poi dall’11-12 arriva un altro parziale di 0-3 firmato da Gerbella, Monni e dallo stesso capitano. Saronno conduce facilmente 13-17 e 15-22 fino a chiudere 16-25 ancora con Monni: parità ristabilita.
Nel terzo set la musica cambia: la Tuninetti si porta subito avanti con due ace di Perfetto (5-3), poi dilaga 8-4 e 16-9. Entrano De Finis e Cecchini, ma Talluto sigla il 24-17 con altri due ace e il set si chiude 25-18. Stesso copione anche nel quarto parziale: troppi errori di Saronno al servizio e Torino va in fuga sull’8-5. Monni prova a limitare i danni (15-12) ma la squadra di casa vola sul 20-15 e non sbaglia più un colpo, archiviando l’incontro sul 25-20.
“Tecnicamente hanno sfruttato al meglio la battuta – commenta a fine gara Vittorio Bertini – e tatticamente ci hanno un po’ sorpreso usando molto il gioco di primo tempo. Noi abbiamo giocato a livello alto solo a tratti, questo non sarà sufficiente contro gli avversari che ci aspettano nelle ultime due giornate: lavoreremo a fondo per ritrovare continuità”.
SARONNO: A.Moro 1, Bagatin 19, Gerbella 9, Cecchini 2, Monni 15, Ballerio 8, Chiofalo (L), F.Moro 1, Reggiori 4, De Finis. N.e. Monti (L), Bertini. All. Bertini.

Girone A – Risultati e classifica

C MASCHILE – Tutto può ancora succedere: questo l’unico verdetto della terzultima giornata, e non poteva essere altrimenti in un campionato che fin dalla prima giornata si è sviluppato nel segno dell’assoluto equilibrio. Cambia poco o nulla in chiave salvezza nel girone A: solo Gorgonzola porta a casa un punticino che le consente di lasciarsi alle spalle l’ultimo posto, mentre resta al palo la William Varese, sconfitta per 3-0 a Garbagnate (25-19, 32-30, 25-14) malgrado un secondo set coraggioso e sfortunato. Bloccata a quota 23 punti anche la Scag Laveno, battuta sempre in tre set da un Gonzaga ancora a caccia del secondo posto (25-20, 25-23, 25-21). Per entrambe sarà decisiva la prossima giornata: sabato 28 aprile alle 18.30 Laveno ospita Garbagnate, alle 20.30 la William accoglie Mediglia. Bisogna vincere per sfruttare il turno di riposo dell’Excelsior Bergamo (oggi quintultima, ma con soli 3 punti da gestire) e lo scontro diretto Bovisio-Gorgonzola. Continua a vincere l’Eas Viar Valvole Sumirago, che piega per 3-1 anche lo Scanzorosciate (25-19, 27-29, 25-22, 25-21); per centrare l’obiettivo playoff, però, la squadra di Rossi deve battere il Gonzaga a Milano (sabato alle 20.30) e sperare che Concorezzo perda entrambe le sfide con Bellusco (già promossa) e Segrate. Tutt’altro che facile. Ha invece in mano il suo destino la Pro Patria Busto Lodetex, che compie un mezzo miracolo a Garlasco: sotto 2 set a 1 e in difficoltà anche nel quarto, la squadra di Lualdi riesce a ribaltare il risultato imponendosi per 2-3 (19-25, 25-16, 25-18, 25-27, 13-15) e conserva così un settimo posto che vale oro. Le quattro formazioni che lottano per la salvezza sono ancora vicinissime, ma la Pro Patria la prossima settimana va in trasferta sul campo del Grassobbio (già retrocesso) e per di più può contare sul turno di riposo della stessa Mortara/Garlasco: match point dunque per i bustocchi.

Girone A – Risultati e classifica
Girone B – Classifica: San Giuliano 58; Arese 56; Castel Mella 46; Cantù, Cernusco 44; Gorlago 37; PRO PATRIA 30; Lipomo, Mortara 28; Chiari 27; Voghera 19; Grassobbio 14; Ardor Bollate 1.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.