Sciopero alla Whirlpool, i lavoratori chiedono “lavoro e sviluppo”

Circa 500 dipendenti si sono trovati davanti ai cancelli di Cassinetta e hanno sfilato verso il Comune, dove sono stati ricevuti dal sindaco Antonio Calabretta. Protestano contro la riforma del lavoro e chiedono sviluppo

Manifestazione dei lavoratori della Whirlpool contro la riforma del lavoro. Cgil, Cisl e uil hanno organizzato la manifestazione con presidio davanti alla portineria di Cassinetta di Biandronno alle 11 e corteo fino in Comune, dove è previsto un incontro con il sindaco Antonio Calabretta.
I sindacati e i lavoratori protestano per chiedere modifiche alla riforma e anche maggiore attenzione agli investimenti. «Bisogna rimettere al centro dela discussione – spiega la rsu di Whirlpool – il lavoro e gli aiuti alle imprese per lo sviluppo. Occorre tutelare le produzioni sul territorio, altro ce articolo 18». Attenzione anche ai lavoratori “esodati”, quelli cioè che sono usciti dal mondo del lavoro in previsione di andare in pensione, ma che con la riforma rischiano di veder slittare quel momento atteso da una vita.
In tutto sono circa 500 i manifestanti, accompagnati da cori e striscioni per le vie di Biandronno. La strada che dallo stabilimento di Cassinetta porta in Comune è stata chiusa al traffico, regolato dagli agenti della polizia locale e dai carabinieri che hanno smistato le auto verso altre direzioni.

Galleria fotografica

Manifestazione di lavoratori della Whirlpool 4 di 17
di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 aprile 2012
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Manifestazione di lavoratori della Whirlpool 4 di 17

Galleria fotografica

I lavoratori Whirlpool incontrano il sindaco di Biandronno 4 di 10

Galleria fotografica

I lavoratori Whirlpool in comune 4 di 11

Video

Sciopero alla Whirlpool, i lavoratori chiedono “lavoro e sviluppo” 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.