Sea: “Nessuna terza pista se non crescono i passeggeri”

Audizione in Comune a Milano con la società di gestione aeroportuale e i comitati: "Con gli attuali livelli di traffico la terza pista non si fa"

Nessuna terza pista a Malpensa «con gli attuali livelli di traffico» e in ogni caso potrebbe essere realizzata solo dopo il 2015. Lo hanno riferito i rappresentanti di Sea, in audizione in commissione Mobilità e ambiente a palazzo Marino. Nella seduta, a cui hanno partecipato amministratori e comitati cittadini dell’area di Malpensa contrari al progetto, a precisare le prospettive della nuova struttura è stato il direttore delle relazioni esterne della società, Claudio Del Bianco: «Con gli attuali livelli di traffico la terza pista non la facciamo. Il progetto serve per intercettare livelli traffico futuro. Resteranno quelli di oggi? Non la facciamo». In questo senso, ha spiegato, il masterplan già presentato svolge il ruolo di «una sorta di piano regolatore» nel caso si decidesse la realizzazione: poichè l’iter approvativo per progetti infrastrutturali di questo tipo «richiede circa 10 anni, abbiamo avviato le procedure che ci permetterebbero di fare la terza pista». Perchè il progetto parta davvero però, ha precisato, occorre che aumentino i volumi di traffico odierni, di 19 milioni di passeggeri all’anno e 550-600 movimenti al giorno: si parla di almeno 24-25 milioni di passeggeri all’anno, oltre i 24 milioni raggiunti nel 2007 prima del de-hubbing, e di circa 800 movimenti al giorno. Ipotizzando un 5% di incremento annuo, sono le stime di Sea, questi livelli non sarebbero raggiunti prima di tre anni, «ma siamo in crisi economica», osservano i vertici della società. Così, se nel piano industriale il progetto della terza pista era preventivato entro il 2015, al momento «è saltato tutto» e la struttura potrebbe vedere la luce solo dopo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.