Si é dimesso Canton, il segretario imposto da Bossi

Dopo lo scandalo che ha colpito la Lega e la famiglia del senatùr, salta la segreteria provinciale. I maroniani lo avevano già sfiduciato ma lui non ha aspettato

Si è dimesso il segretario provinciale della Lega Nord Maurilio Canton. E’ sindaco di Cadrezzate, ed era stato proclamato a ottobre segretario al congresso di Varese, che però si era concluso con contestazioni pesanti perchè il candidato bossiano non era stato votato ma imposto dal capo.

Canton conferma di aver rassegnato le dimissioni, che arrivano dopo la sfiducia che 10 membri su 16 del direttivo provinciale.

L’esponente leghista era considerato vicino a Marco Reguzzoni, l’ex capogruppo alla camera inviso alla corrente maroniana, che sta cercando ora di prendere in mano il partito chiedendo pulizia e archiviando la famiglia Bossi.

Canton dice di essersi dimesso per non creare altri problemi al movimento, e che continuerà il suo impegno di semplice militante. Dopo il contestato congresso di Varese, aveva tenuto un profilo molto basso ma i suoi avversari hanno sempre pensato a una rivalsa. Tutto nasce da un congresso dove i maroniani avevano i voti per eleggere il segretario provinciale ma vengono sconfitti da una decisione di Bossi che attribuiscono alla volontà di Marco Reguzzoni, in quel momento capogruppo alla camera dei deputati e ascoltato consigliere del segretario federale. L’annuncio viene fatto durante una festa a Buguggiate. Al congresso Bossi viene apertamente contestato. I maroniani dicono che è stato un golpe. Quello che accade è un vero spartiacque nelle Lega. Si parla di epurazioni e di Bossi manovrato.
Da quel momento esce però per la prima volta allo scoperto la lotta tra maroniani e cerchio magico, come una vera guerra di successione tra i colonnelli leghisti, che le inchieste di questi giorni non hanno fermato ma hanno di fatto accelerato con Maroni lanciato alla conquista del partito.  

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.