Spaccio d’hascisc e immigrazione clandestina, volanti in azione

Arrestato uno maghrebino per spaccio di fumo e denuncia di un egiziano per resistenza a pubblico ufficiale

Nella giornata di ieri 5 aprile c.a. in Piazza Repubblica, nel corso di un servizio finalizzato a contrastare il crimine diffuso e lo spaccio di sostanze stupefacenti, è stato tratto in arresto un cittadino tunisino, di 34 arnni, irregolare, per spaccio di hashish e denunciato a piede libero. per violazione della norma che regola la permanenza degli stranieri in Italia.

E’ stato inoltre denunciato in stato di libertà un cittadino egiziano, di 22 anni, anch’egli irregolare sper resistenza a pubblico ufficiale e violazione della norma che regola la permanenza degli stranieri in Italia.

Nelle prime ore del pomeriggio, Personale della Sezione Antidroga, effettuava un servizio di osservazione in P.zza Repubblica poiché luogo tristemente noto perché ritrovo di numerosi extracomunitari dediti allo spaccio di sostanze stupefacenti. Tali spacciatori, al fine di eludere i quotidiani controlli di Polizia, si sono ormai da tempo organizzati col nascondere la droga in vari punti della piazza, andandola poi a recuperare poco per volta, in base alle richieste degli acquirenti.

Nell’occasione, sono stati appunto notati due stranieri, apparentemente fermi a chiacchierare, raggiunti dopo alcuni minuti, da due ragazze e poco dopo uno dei due stranieri, si staccava dal gruppo e, dopo essersi portato in un angolo della piazza, faceva finta di sedersi e, nel contempo recuperava un oggetto al di sotto del telo antivegetativo che ricopre il verde perimetrale. Sempre tenuto sotto osservazione, l’uomo ritornava dalle ragazze e, a una delle due, consegnava l’oggetto recuperato sotto il telo, risultato poi essere un pezzo di hashish, e ricevendo in cambio del denaro, successivamente recuperato nella tasca dei suoi pantaloni.

A questo punto gli Agenti intervenivano per congelare la situazione ma, un terzo straniero, aggrediva alle spalle l’operatore che stava immobilizzando lo spacciatore, con l’intento di agevolare la fuga di quest’ultimo. Grazie all’intervento di due pattuglie della Squadra Volanti, giunte in ausilio, veniva evitato che la situazione potesse degenerare.

Un controllo del nascondiglio ove l’uomo aveva recuperato l’hashish da spacciare, permetteva di trovare altro stupefacente pronto per essere venduto. Lo spacciatore, tratto in arresto e associato alla Casa Circondariale di Varese su disposizione del PM di turno Agostino Abate veniva anche denunciato per violazione della norma che regola la permanenza degli stranieri in Italia poiché, in possesso di un permesso di soggiorno per motivi umanitari, scaduto nell’aprile del 2011.

Per quanto riguarda l’aggressore, veniva denunciato a piede libero per resistenza e violazione della norma che regola la permanenza degli stranieri  poiché in possesso di un permesso di soggiorno, per motivi di giustizia, scaduto il 08/02/2012.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.