Stanziamento della Regione per assistere 103 religiosi

La giunta ha deciso di dare un contributo di 600.000 euro per aiutare religiosi non autosufficienti accolti in diverse strutture

La Giunta regionale, su proposta dell’assessore alla Famiglia, Conciliazione, Integrazione e Solidarietà sociale Giulio Boscagli, ha deciso di stanziare un contributo complessivo di 600.000 a favore delle Asl Milano 1, Lecco e Varese, per favorire l’assistenza in via sperimentale per un anno di 103 religiosi non autosufficienti accolti in diverse strutture.
 
«Nella nostra regione – spiega Boscagli – sono presenti 500 religiose e religiosi anziani che, in relazione alle diverse forme di non autosufficienza, sono assistiti presso le loro dimore abituali quali conventi e comunità religiose. Alcuni istituti, per favorire il miglior sostegno anche di carattere socio-sanitario, hanno organizzato adeguati spazi dedicati con la presenza di personale qualificato in grado di offrire loro prestazioni assistenziali e di carattere socio- sanitario. La particolare storia dei religiosi, infatti, rende difficoltosa un’adeguata collocazione presso le residenze sanitarie (Rsa) presenti sul territorio».
 
Sono state individuate, in accordo con i rappresentanti della Conferenza Episcopale Lombarda, dell’Unione Superiore Maggiori Italiane della Lombardia (U.S.M.I.) e della Conferenza Italiana Superiori Maggiori della Lombardia (C.I.S.M.), diverse strutture che, in base a determinati requisiti igienico-sanitari, strutturali e gestionali, verificati in collaborazione con le Asl, possano ricevere, attraverso le Asl stesse, i contributi distribuiti in base alla gravità del paziente assistito. Tra gli istituti individuati, che già ospitano gli anziani, ci sono:
Casa don Giuseppe Quadrio di Arese (Mi), Infermeria San Michele (Mi), Residenza suore anziane Maggianico (Lc), Pontificio Istituto Missioni Estere Rancio (Lc) e la Casa S. Giuseppe di Varese.
 
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.