Tasse, tariffe e investimenti, il bilancio al voto del Consiglio comunale

Lunedì 16 aprile alle ore 19 la seduta sul bilancio di previsione. Il sindaco Sommaruga presenta le principali novità che vi sono contenute

Sarà uno dei consigli comunali più importanti del 2012 quello di questa sera, lunedì 16 aprile alle ore 19, proprio perchè è quello che ne definirà le linee guida attraverso la sua programmazione economica. E sarà anche il primo bilancio di previsione interamente redatto dalla nuova giunta Sommaruga insediatasi lo scorso anno.
Un appuntamento importante per due motivi che interessano direttamente i cittadini: in primis perchè con il consiglio comunale di stasera verrano stabilite definitivamente le aliquote e le tariffe relativi ai vari servizi che il comune eroga. Ma ancor più importante perchè il bilancio definirà le voci di spesa che verranno dedicate a tutti i settori dell’amministrazione comunale.

Partiamo dunque dalle aliquote e tariffe che verrano introdotte e modificate dalla giunta. Molto si sa già grazie all’assemblea pubblica del mese scorso durante la quale furono illustrate le scelte principali in materia fiscale. Rimangono dunque confermate le quote fissate allora, stabilite nel 5,5 per mille di Imu per le prime case, 9,6 per mille per tutte le altre abitazioni e l’aliquota del 0,8% per quanto riguarda l’addizionale Irpef. E tali rimarranno, presumibilmente, fino a inizio 2015, «perchè prima non possiamo pensare ad una riduzione», ha detto Sommaruga.
Novità sono previste, invece, per le tariffe di alcuni servizi a domanda individuale. Fatta salva la Tarsu, la tariffa sui rifiuti che rimarrà invariata, altre tariffe verranno aumentate.
Ad esempio le tariffe degli impianti sportivi, per il quale è stato appena concluso un processo di unificazione regolamentare e che erano ferme dal ’97. La quota coperta ad oggi da parte di chi ne usufruisce è del 19,25%, 16.500 su 85.700 totali sborsati dalle casse comunali. L’aumento previsto porterà invece ad una copertura dei servizi attraverso le tariffe del 33%. Aumenterà anche la spesa per il servizio di trasporto pubblico scolastico. L’uso del pullman che fino ad oggi costa 44 euro a trimestre passerà a 70-80 euro. Entrambe le tariffazioni non subivano un adeguamenti dalla fine degli anni ’90.
«Ora saranno adeguate pur rimanendo in linea con quelle dei comuni della nostra zona – spiega il sindaco Sommaruga presentando il bilancio -. Abbiamo svolto diversi sondaggi proprio per conoscere le tariffe mediamente applicate dagli altri comuni e abbiamo rivisto le nostre cercando comunque di rimanere al di sotto della media».
Importante è invece il sostegno all’assistenza sociale attraverso la retta cse, per le disabilità gravi, che verrà pagata dal comune pur con una compartecipazione su base volontaria da parte delle famiglie che ne usufruiranno.

Attività importanti sono invece previste nella nuova sede comunale, che sarà così pronta ad accogliere la nuova sede degli ambulatori. L’attuale sede, quella di via XX settembre, verrà infatti messa in vendita. Il nuovo polo dovrebbe così sorgere all’interno del nuovo comune, al piano terrà dell’ala sinistra. Questi ed altri lavori, come la conclusione della sala consigliare, sono previsti a bilancio per circa 70mila euro di spesa. Un’altra voce significativa, circa 50mila euro, è stata prevista invece per la realizzazione di un più ampio progetto per la costruzione di un percorso ciclabile. Entrambe le voci saranno finanziate dagli oneri di urbanizzazione, dei quali solo altri 22mila euro andranno a copertura delle spese correnti.
Sempre tra gli immobili per i quali è prevista l’alienazione ci sono gli appartamenti di via Roma e la vecchia filanda.

«Il bilancio che abbiamo costruito presenta sicuramente delle caratteristiche onerose per i nostri cittadini ma anche degli elementi nuovi e molto positivi – spiega il sindaco Sommaruga -. Purtroppo per poter mantenere alcuni servizi abbiamo dovuto aumentare l’Imu. Si tratta del resto di una situazione nazionale molto dura e complicata determinata dalla crisi economica. Capiamo benissimo che ci saranno dei sacrifici sacrifici, e saranno sacrifici che prendono in prima persona anche la giunta. Ricordo ancora che alla fine dello scorso anno non abbiamo esitato a rinunciare agli ultimi mesi di stipendio per garantire la copertura dell’assistenza dei disabili a scuola che il bilancio della scorsa amministrazione aveva lasciata scoperta. Con il bilancio nuovo evitiamo proprio questo tipo di situazioni perchè è un bilancio che si mantiene senza bisogno di usare l’avanzo o gli oneri di urbanizzazione. L’anno scorso ad esempio non avevamo potuto fare le manutenzioni perché tutto il bilancio era stato impostato male e non stava in piedi».

LA POSIZIONE DELLA LEGA NORD
LA POSIZIONE DELLA LISTA ELIANA BRUSA

TUTTI GLI ARTICOLI SU ALBIZZATE

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.