Tra furti di rame e di scarpe, l’attività dei carabinieri

Anche nel corso delle trascorse festività pasquali i Carabinieri del Comando Compagnia di Varese hanno intensificato i servizi di controllo del territorio

Anche nel corso delle trascorse festività pasquali i Carabinieri del Comando Compagnia di Varese hanno intensificato i servizi di controllo del territorio finalizzati al monitoraggio della circolazione stradale ed alla prevenzione dei reati, attraverso una programmazione di servizi perlustrativi nelle zone maggiormente esposte ai reati predatori, quali abitazioni isolate, zone residenziali e piccoli centri abitati.

In tale contesto in Lozza (VA), i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno tratto in arresto per “furto aggravato” D. D. D., 32enne, e M. C. 23enne, entrambi di origini rumene, sorpresi mentre asportavano alcune tubazioni e materiali in rame dall’interno del magazzino del Ristorante “Ponte di Vedano”, ove si erano introdotti forzando la porta d’ingresso. Il materiale, tutto recuperato, è stato restituito all’avente diritto.

In Brebbia (VA) i Carabinieri della Stazione di Besozzo (VA) hanno rintracciato e tratto in arresto su ordine di esecuzione per la carcerazione in regime di arresti domiciliari, emesso dalla Procura della Repubblica di Busto Arsizio, F. U., 33enne della provincia, per i reati di “Lesioni personali e violenza Privata”.

In Gavirate (VA), i Carabinieri della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà per “furto aggravato” S. R., 41enne della Polonia, residente in provincia, responsabile di aver asportato dall’interno del negozio di calzature “Pittarello” un paio di scarpe, del valore di 50 euro, occultandole all’interno della borsa. Calzature recuperate e restituite avente diritto.

Nel corso dei controlli alla circolazione stradale i Carabinieri delle Stazioni di Porto Ceresio e Azzate hanno deferito in stato di libertà due giovani, di cui uno per “guida in stato di ebbrezza alcoolica” e l’altro per “guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanza stupefacenti”; quest’ultimo veniva altresì segnalato quale assuntore di sostanze stupefacenti per uso personale perché trovato in possesso di modica quantità di “Hashish”, unitamente ad altro ragazzo, sorpreso sempre dai Carabinieri della Stazione di Porto Ceresio, in possesso di quattro grammi di “Marijuana”. Sempre nel corso dei controlli alla circolazione, in Varese, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno deferito in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria una persona resasi responsabile di “Rifiuto di fornire le proprie generalità”.

In tema di contrasto ai reati in materia di stupefacenti i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno deferito in stato di libertà per “detenzione ai fini di spaccio” un giovane della provincia trovato in possesso di circa dieci grammi di “Marijuana”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.